menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Fondazione Boccadamo dona 12.000 mascherine ai bambini

Per Tonino Boccadamo, la donazione delle mascherine è solo il primo dei regali che la Fondazione ha in serbo per i più piccoli: “Abbiamo pensato soprattutto ai bambini perché credo che siano stati loro ad aver accusato maggiormente gli effetti sociali della pandemia"

La Fondazione Boccadamo dona mascherine ai bambini più fragili: “Un dono di valore, in questo tempo difficile”. Con queste parole, il vescovo della Diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino, Monsignor Ambrogio Spreafico, ha accolto l’omaggio fatto dalla Fondazione Boccadamo alla Diocesi. Per mezzo del fondatore, Tonino Boccadamo, sono state infatti consegnate diecimila mascherine chirurgiche e duemila mascherine sartoriali per bambini.

Dispositivi di protezione facciale, indispensabili per garantire la salute dei più piccoli, soprattutto di quelli che, purtroppo, vivono in condizioni di difficoltà. In un Natale diverso da tutti gli altri, segnato da tanto dolore e da situazioni di profondo disagio sociale, quello della Fondazione è stato un gesto particolarmente apprezzato dal vescovo Spreafico, perché raggiungerà tantissimi bambini, attraverso le parrocchie del territorio. Le mascherine, infatti, saranno distribuite durante i giorni di festa, insieme ai pacchi alimentari che la Caritas e le varie mense dei poveri metteranno a disposizione delle famiglie più fragili.

Per Tonino Boccadamo, la donazione delle mascherine è solo il primo dei regali che la Fondazione ha in serbo per i più piccoli: “Abbiamo pensato soprattutto ai bambini – ha spiegato il commendator Boccadamo – perché credo che siano stati loro ad aver accusato maggiormente gli effetti sociali della pandemia. Oltre alle mascherine, doneremo anche giocattoli, rivolgendoci alle parrocchie, agli ospedali e alle case famiglia, dando seguito al progetto della Fondazione Boccadamo ‘Mettiamoci in Gioco’. Desidero regalare sorrisi, perché un bambino che sorride è un bambino felice”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Lazio rischia di tornare in zona arancione dal 17 maggio. Ecco perché

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Mostre

    Veroli, Daimon - mostra d'arte

  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento