rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Guerra Russia Ucraina

Guerra Russia Ucraina, il racconto da Frosinone: “I miei genitori dormono nei sotterranei della metro di Kiev”

Le drammatiche ore che stanno vivendo i familiari di una donna che vive da tempo nel capoluogo ciociaro: presi d’assalto supermercati, farmacie, bancomat e benzinai

L’attacco della Russia all’Ucraina ha sicuramente scosso il mondo intero. C’è tanta paura per quello che sta accadendo e che può succedere. In Ucraina ci sono tante persone che stanno vivendo momenti di terrore puro, come i genitori di Veronika, donna ucraina che da diversi anni ormai vive a Frosinone.

“Sono costantemente in contatto con i miei genitori – ci racconta la donna – entrambi mi hanno detto che il momento più drammatico è stato quando hanno appreso la notizia dai telegiornali, subito dopo aver sentito la sirena d’allarme per i possibili bombardamenti. Sono persone anziane e purtroppo non sanno usare né Whatsapp né tantomeno internet. Caso vuole, inoltre, che mia sorella che vive con loro si trova al momento all’estero da un paio di mesi per lavoro e quindi sono lì da soli. Loro vivono a Kiev e la prima cosa che hanno fatto, è stata quella di cercare riparo. Così, come molte altre persone, si sono rifugiati nei sotterranei della metropolitana. Sono due notti che dormono lì, si allontanano solo per andare a comprare da mangiare”.

C’è stato anche un inevitabile assalto ai supermercati: “Il cibo c’è anche se l’acqua comincia a scarseggiare- rivela la donna – i miei genitori, inoltre, mi hanno detto che sono state prese d’assalto anche le farmacie e ci sono lunghe code davanti ai bancomat e ai benzinai. Tutto ciò è terribile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra Russia Ucraina, il racconto da Frosinone: “I miei genitori dormono nei sotterranei della metro di Kiev”

FrosinoneToday è in caricamento