rotate-mobile
La novità

Il mercato settimanale si sposta ai Cavoni: le perplessità e le richieste dei cittadini

Il presidente di Ambulanti Oggi Antonio Morini: “Altra proposta ‘geniale’ senza mai ascoltare le Associazioni di categoria e i consumatori”

Il sempre più probabile spostamento del mercato settimanale di Frosinone da Selva Piana ai Cavoni ha generato più di qualche perplessità tra cittadini e associazioni.

Il mercato del giovedì, che ospita 180 bancarelle ogni settimana, si svolgerà tra piazzale Vienna, piazza Giovanni Paolo II, viale Madrid (nel parcheggio di fronte alla chiesa di San Paolo) e via Berna. Una soluzione per permettere i lavori di riqualificazione del quartiere Selva Piana, che porterà alla realizzazione, tra le altre cose, di un nuovo campo polifunzionale e alla realizzazione di alcune piste ciclabili. Uno spostamento nel quartiere Cavoni che però crea non poche perplessità ai cittadini e alle associazioni.

Le perplessità

“L’Amministrazione Ottaviani spostò qualche tempo fa i 273 Operatori del mercato dal “Casaleno” a “Selva Piana”. Sono passati 7 anni, adesso l’Amministrazione Mastrangeli propone di spostare i 180 Operatori a “Cavoni”! All’epoca fui il solo a oppormi alla proposta di Ottaviani- dice Antonio Morini Presidente di Ambulanti Oggi - ora aspetto le scuse da chi mi dileggiò accusandomi di “comunismo” e di contrarietà per motivi politici. Le scuse le devono agli ambulanti del mercato che hanno perso un terzo dei partecipanti, rendendo il mercato meno attrattivo. Anche il Comune ha perso qualcosa, 93 Operatori che pagano circa 500 € all’anno per 7 anni. Il conto della “serva”, quello che sanno fare i comuni mortali, parla di più di 300 mila euro.  Adesso altra proposta “geniale” senza mai ascoltare le Associazioni di categoria e i consumatori. Al quartiere “Cavoni” si è svolto per diverso tempo il mercato domenicale itinerante, chi se lo ricorda, la pianta planimetrica era di 66 stalli”.

Un confronto che, a dire il vero, c’è già stato tra il Comune, tramite l’assessore Valentina Sementilli ed il consigliere Sergio Crescenzi, e alcune associazioni e residenti del quartiere. A ribadirlo è anche il blog di Frosinonebellaebrutta: “Alcuni giorni fa, abbiamo ricevuto l'invito di Don Paolo, della Parrocchia S. Paolo Apostolo, a partecipare, insieme a Comitati di quartiere, Centro anziani, commercianti, Cittadini attivi, amministratori di condomini e laboratori sanitari del quartiere, all'incontro di lunedì 29 aprile, alle ore 15:30, con l'assessore al commercio d.ssa Valentina Sementilli ed il consigliere Sergio Crescenzi, propedeutico per conoscere, valutare e condividere insieme, la possibilità di spostare, per motivi di sicurezza, il mercato settimanale del giovedì, dall'area attuale di Selva Piana, al quartiere Cavoni – si legge -.

Tutto ciò in maniera provvisoria, in quanto è prevista la costruzione di un'area mercatale opportunamente attrezzata in Via Selva Casarino. Soprattutto è emersa forte la preoccupazione, da parte della maggioranza dei presenti, del problema parcheggi, qualora non dovessero risultare sufficienti e si verrebbero a creare situazioni di intasamenti del traffico ed inquinamento. Per tale motivo abbiamo chiesto di conoscere i dettagli del progetto e di mostrarci, in un prossimo incontro, la quantità dei posti macchina e le aree che saranno adibite a parcheggi, con riserva di valutare. Difficoltà ci sarebbero anche per la Parrocchia e L'Auditorium.

Le condizioni richieste per realizzare il mercato ai Cavoni

Le condizioni richieste per realizzare il mercato ai Cavoni da parte del Centro Anziani Cavoni, Comitato Cavoni, Cittadini attivi che hanno partecipato all’incontro:

- parcheggi (piazze ed aree sfruttabili) e navette continue di raccordo con altri parcheggi della città;

- non occupare viale madrid e viale parigi (area scuola – salus –fisioterapia bosone, ecc…);

- istituire piedibus per ridurre flusso auto scuola;

- bagni pubblici (almeno i giovedì);

- banchi disposti in uniche file e rivolti verso marciapiedi lasciando dietro agli stessi traffico locale a senso unico e per emergenze (il quartiere è molto popoloso);

- centralina rilevamento pm10 e pm2.5 anche provvisoria mobile (tutti i giovedì, da ottobre a marzo) o fissa;

- aumentare fontane acqua;

- terminare palazzo colorato e rendere area verde fruibile (parcheggi?);

- apertura via casone a senso unico verso il centro per maggior deflusso del traffico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mercato settimanale si sposta ai Cavoni: le perplessità e le richieste dei cittadini

FrosinoneToday è in caricamento