La Ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina ai ragazzi dell'Angeloni: "Voi alunni avete grandi responsabilità"

La ministra questa mattina ha partecipato al rito della vendemmia degli alunni del Luigi Angeloni di Frosinone

Questa mattina la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha visitato la dirigente scolastica e gli alunni del Luigi Angeloni di Frosinone. I ragazzi, intenti a svolgere la vendemmia, hanno accolto la Ministra con gli stornelli e abiti ciociari.

“Benvenuta all’Angeloni – esordisce la dirigente scolastica Alessandra Nardoni – siamo onorati di averla qui con i nostri studenti durane il rito della vendemmia. La partecipazione del ministro a questa ricorrenza è particolarmente significativo. Perché la vendemmia rappresenta un momento di festa, un momento celebrativo che esalta la tradizione del nostro territorio che si tramanda ogni anno di generazione in generazione ed esalta il lavoro nelle vigne. È innegabile che il momento che stiamo vivendo è difficile, ma la Scuola sta facendo tutti gli sforzi possibili per il ritorno alla normalità. La sua visita è manifestazione di vicinanza nei confronti dei nostri studenti e più in generale del mondo della scuola".

Le parole del Ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina agli studenti

"Quello che fate voi è molto importante, anche se il lavoro è difficile è come la vita. Bisogna seminare, seminare e ancora seminare per poi raccogliere i frutti con il tempo. I sacrifici che stiamo facendo tutti noi sono tanti, far ripartire le scuole non è stato facile. Non è certo merito mio ma di ogni dirigente scolastico e docente. Voi avete una grande responsabilità adesso, avete il dovere morale di tenere dei comportamenti corretti affinché la scuola resti aperta. Il fatto che anche all’aperto avete tutti le mascherine, serve. Dovete stare attenti quando siete fuori con i vostri amici. Proteggervi vuol dire anche proteggere anche la salute dei vostri cari. Siate responsabili e portate questo messaggio anche fuori il contesto scolastico. La didattica in presenza è troppo importante. Il mio appello è impegnatevi a realizzare i vostri sogni e la scuola è un luogo magico da questo punto di vista".

La ministra poi si è armata di forbici e guanti ed ha raccolto i primi grappoli d’uva tra gli applausi generali.

Le ultime dichiarazioni

"Non dobbiamo farci spaventare dal Covid, l’importante è saperlo affrontare. La scuola è organizzata e sono convinta che rispetto al mondo fuori, le scuole rappresentino un luogo sicuro. I banchi arriveranno tutti, abbiamo fatto un notevole lavoro negli ultimi giorni, è una cosa molto importante per l’Italia e per la scuola. Viviamo in un paese che ha una bellezza infinita. Il lavoro che si fa in questo tipo di istituto ha bisogno di essere raccontato fuori, perché è importante. I prodotti appena assaggiati sono buonissimi".

Ottaviani omaggia la Azzolina di una petizione e di un sudario

In occasione della visita del Ministro della Pubblica Istruzione Lucia Azzolina, tenutasi questa mattina presso l’istituto agrario di Frosinone, intenta a presiedere alle operazioni di vendemmia da parte degli studenti, il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, ha consegnato alla responsabile nazionale della Pubblica Istruzione una petizione e un sudario, ricamato a mano.

Nella petizione, il sindaco ha ribadito la necessità della fornitura urgente dei banchi monoposto, ancora non effettuata per circa 1.000 unità all’interno delle scuole del capoluogo, evidenziando anche la opportunità, in ordine al rispetto del distanziamento interpersonale, dell’istituzione dei doppi turni scolastici, finanziando le ore aggiuntive del personale docente e non docente, attraverso le risorse del Recovery Fund. Subito dopo, Ottaviani ha omaggiato la Azzolina di un piccolo asciugamani (definito, nel linguaggio aulico, più comunemente, “sudario”), in cotone, ricamato a mano da alcune artigiane locali, con la dedica celebrativa dell’evento della vendemmia effettuata, recante la scritta “Alla Azzolina, per aver scoperto il gusto della fatica, nell’agricoltura”. Il sindaco Ottaviani, alle domande dei giornalisti relative al dono del sudario, ha risposto laconicamente: "Alcune volte, la forma e la sostanza ruotano attorno alle virgole. Del resto, la scuola, in questo momento, ha bisogno di risorse straordinarie, e non si può accontentare di briciole finanziarie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento