menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovi marciapiedi e rotatorie nel capoluogo, ma i cittadini chiedono ulteriori opere di manutenzione

L’Amministrazione ha ravvisato la necessità di migliorare la sicurezza stradale e dei pedoni sull'intera area sulla quale insistono le nuove unità abitative. I cittadini però chiedono ulteriori interventi

L’amministrazione Ottaviani prosegue gli interventi di manutenzione, ordinaria e straordinaria, su tutto il territorio comunale, grazie anche all’utilizzo degli strumenti urbanistici attraverso cui il Comune e l'operatore possono regolamentare gli obblighi di realizzazione di standard e servizi a carico del titolare del permesso di costruzione. In particolare, a seguito dell’approvazione del piano di recupero denominato La Selva, connesso al planovolumetrico presentato da una società immobiliare, l’amministrazione comunale ha ottenuto dal privato, oltre al versamento degli oneri concessori, la realizzazione del tratto di marciapiede a ridosso della sede stradale per la lunghezza di circa 350 metri, al fine di mettere in sicurezza i numerosi pedoni che frequentano le strutture pubbliche e private che insistono sull’area, come il Tribunale, Cittadella Cielo e la sede distaccata degli uffici comunali dell’ex Mtc.

L’Amministrazione, in accordo con il soggetto attuatore, ha ravvisato la necessità di migliorare la sicurezza stradale e dei pedoni sull'intera area sulla quale insistono le nuove unità abitative. L’intervento è dunque migliorativo, in quanto il progetto prevede un risanamento di tutti gli accessi ai fabbricati prospicienti via Tommaso Landolfi. Contestualmente, è stata realizzata anche una rotatoria sperimentale, sempre nell’ottica di implementare la sicurezza e la fluidità della circolazione nell’area.

Anche i marciapiedi attualmente oggetto di realizzazione nelle vicinanze della scuola dell’infanzia Polledrara rientrano nell’ambito delle attività dell’amministrazione volte ad implementare la sicurezza dei cittadini e il decoro del contesto urbano. All’interno dell’istituto, il Comune prevede anche la realizzazione di un’area attrezzata adibita a giardino. “Quando si affronta un piano decennale di risanamento del bilancio, derivato dalla situazione debitoria pregressa - ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani - è necessario trovare risorse aggiuntive grazie all'apporto dei privati.

Così ha fatto il Comune di Frosinone, che ha sfruttato le opportunità offerte dagli strumenti urbanistici al fine di rendere possibile la ricucitura e la riqualificazione del contesto urbano e sociale delle aree oggetto di intervento, mediante un’attenta pianificazione, mettendo al centro una visione uniformante e unitaria del territorio. I privati hanno ripreso a investire su Frosinone, nel corso degli ultimi anni, per insediamenti abitativi o per la rigenerazione dell’esistente: mediante le convenzioni ad hoc stipulate con il Comune, il miglioramento degli standard qualitativi dei servizi comporta una più ampia fruibilità da parte dell’intera collettività delle nuove opere, realizzate dagli operatori privati e cedute al patrimonio dell'intera comunità”.

Ulteriori opere di manutenzione richieste dai cittadini

Su 'Frosinone Mi Piace', però, i cittadini chiedono ulteriori opere di manutenzione in città, come ad esempio quella in Viale Mazzini. Le foto pubblicate dalla pagina social evidenziano una situazione complicata per il maciapiede che va dal Campo Sportivo fino al Multipiano.

"Una soluzione tecnica tanto economica, quanto antiestetica e provvisoria - scrive la pagina Facebook -  questo tipo di materiale infatti, tende a sgretolarsi con facilità, rilasciando un ghiaietto sottile che contribuisce a rendere la superficie di calpestio sdrucciolevole e scivolosa, specie nei tratti pendenti e in concomitanza di pioggia. Ma non solo. Da diverse settimane, ormai, sui marciapiedi sono stati lasciati numerosi cumuli di vecchio asfalto del marciapiede che era stato rimosso per effettuare alcune riparazioni. Uno spettacolo indegno. E come se non bastasse, la situazione generale è ulteriormente aggravata dall'assenza di rampe di accesso e dalle numerose barriere architettoniche disseminate lungo il tratto che costeggia la Caserma dei Carabinieri, con alberi e pali della luce che ormai hanno ostruito il passaggio. Non sarebbe forse arrivato il momento - conclude Frosinone Mi Piace -  di riprogettare ex-novo questi marciapiedi (realizzati nei primi anni '90) anziché insistere con questi inutili palliativi?".

Anche le panchine di Corso Della Repubblica avrebbero bisogno di opere di manutenzione. A denunciare lo stato delle panchine della parte alta di Frosinone è Paolo Fontana con una foto pubblicata sul blog 'Frosinone Bella & Brutta'. Ma è la stessa Rossella Testa, assessore al Centro storico, a far sapere che le nuove panchine sono state ordinate e consegnate al Comune qualche giorno fa e, appena possibile, verranno sostituite. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento