rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
L'evento / Madonna della Neve

Si accende la fiamma olimpica a Frosinone

Iniziati i giochi alle Olimpiadi Victoria di Madonna della Neve. Cerimonia di inaugurazione presieduta, tra gli altri, dal sindaco Mastrangeli e da Padre Adelmo, ideatore e fondatore della manifestazione nel lontano 1971

Si accende la fiamma olimpica a Frosinone. Cerimonia di apertura dei giochi ieri, 1° settembre, per la 46esima edizione delle Olimpiadi Victoria di Madonna della Neve. Presenti tra gli altri anche il sindaco di Frosinone, Riccardo Mastrangeli, e Padre Adelmo, ideatore e fondatore della storica manifestazione del capoluogo.

L’evento, che si tiene dal lontano 1971, vedrà circa 800 bambini sfidarsi in numerosi sport. Alle Olimpiadi di Madonna della Neve hanno gareggiato, da piccoli, anche personaggi illustri del mondo dello sport ciociaro, come Fabrizio Donato, campione italiano del salto triplo.

Un grandissimo risultato – afferma Andrea Cattini - siamo entusiasti. Si respira un'aria fantastica, c'è entusiasmo e voglia di stare insieme, anche tra le famiglie. Aggregazione e sport, binomio fantastico per l'Olimpiadi Victoria”. I giochi dureranno fino all’11 settembre.

Alla serata inaugurale della kermesse erano, inoltre, presenti gli assessori Simona Geralico, Alessandra Sardellitti, Fabio Tagliaferri e Danilo Magliocchetti, insieme ai consiglieri Anselmo Pizzutelli, Francesco Pallone (delegato allo sport), Franco Carfagna e Sergio Crescenzi.

Alla manifestazione, tra l’altro, è stato conferito, dall’amministrazione precedente, il riconoscimento quale evento istituzionale del Comune di Frosinone.

Le parole del sindaco Mastrangeli

È doveroso ringraziare Padre Rechie e tutto lo staff che, da mesi, si spendono, con grande dedizione e impegno, per realizzare un evento che non esiterei a definire imponente, sotto il profilo dell’organizzazione e della logistica, e che quest’anno ha registrato un vero e proprio picco di iscrizioni – ha dichiarato il sindaco MastrangeliGli organizzatori, in queste settimane, hanno lavorato alacremente, senza risparmiarsi, per mettere insieme un calendario ricco e appassionante e per fornire tutte le indicazioni e le informazioni del caso alle famiglie e ai piccoli atleti, di cui sono diventati un saldo punto di riferimento. Grazie anche agli sponsor e ai sostenitori della manifestazione, che partecipano attivamente alla riuscita delle Olimpiadi Victoria. Alle famiglie e agli atleti voglio rivolgere un ringraziamento speciale: la vostra presenza, la vostra voglia di mettervi in gioco in questa sana competizione, sia che si appartenga alle Aquile, ai Condor, ai Falchi o ai Grifoni, rendono le Olimpiadi Victoria un evento unico e sentito. Per molti genitori, inoltre, è motivo di grande emozione accompagnare i propri figli in questi stessi impianti sportivi su cui hanno gareggiato in tenera età.

Il ringraziamento più grande, naturalmente, va rivolto a colui che ha reso possibile tutto questo. Sin dalla prima edizione, Padre Adelmo Scaccia ha voluto regalare ai più piccoli e ai più grandi dei momenti di svago, socializzazione e inclusione sociale, riuscendo ad ottenere grande partecipazione, richiamando tanti giovani anche dai comuni limitrofi. Edizione dopo edizione, anno dopo anno, le Olimpiadi Victoria hanno unito più generazioni attraverso i valori dello sport, della condivisione, del rispetto per sé stessi e per gli altri, della gioia di stare  insieme. Le Olimpiadi Victoria esprimono la testimonianza più alta di valori, dunque, che grandi e piccoli custodiranno nel proprio cuore non solo nel corso della manifestazione, ma per tutta la vita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si accende la fiamma olimpica a Frosinone

FrosinoneToday è in caricamento