Frosinone-Palermo, Ottaviani rimette in riga il sindaco Orlando

"È il caso che i sindaci si occupino solo delle materie di loro stretta competenza dotando, magari, le città di nuovi impianti e infrastrutture"

"Ancora una volta il sindaco di Palermo, Orlando, continua a fare invasione di campo nel calcio, mostrando il vecchio metodo di fare politica, che si illude di attirare consensi, muovendo invettive verso la giustizia sportiva, la quale si è occupata a più riprese della finale dei play off dello scorso anno - ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani - Quando Orlando si riferisce a non meglio esplicitate situazioni di conflitto di interesse, di coloro che sono chiamati ad assumere decisioni importanti nell'organizzazione del calcio, se crede davvero a quello che dice ha gli strumenti adeguati per percorrere ogni opportuna situazione di verifica giudiziaria, altrimenti rischia soltanto di fare sterile demagogia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Del resto, dopo la finale Frosinone - Palermo, sono già state attivate code giudiziarie, per autentiche diffamazioni, piovute gratuitamente sulla compagine sportiva del Frosinone calcio e in danno della stessa immagine del nostro territorio. La città di Palermo ha una tradizione calcistica e storica di primo piano sul palcoscenico nazionale e, probabilmente, merita una maggiore attenzione da parte di una certa politica che, ancora oggi, non comprende come siano necessarie le sinergie tra pubblico e privato, per dotare la squadra di un impianto moderno e all'altezza del blasone del Renzo Barbera, senza il quale non può concretizzarsi alcuna seria programmazione di investimenti, rischiando solo l'improvvisazione. Ecco perché è il caso che i sindaci si occupino solo delle materie di loro stretta competenza, dotando, magari, le città di nuovi impianti e infrastrutture, lasciando le pallonate ai piedi dei calciatori in grado di palleggiare". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento