Attualità

Pasquetta in zona rossa in Ciociaria: le regole per gite, picnic, pranzi e seconde case

In provincia di Frosinone, come nel resto del Lazio e d'Italia, sono vietati picnic, barbecue e scampagnate

Foto ANSA

Lunedì di Pasquetta in zona rossa per la Ciociaria e il Lazio come, d'altronde, in tutta Italia. Anche per oggi lunedì 5 aprile, come evidenzia anche RomaToday.it, varranno infatti divieti e restrizioni imposti dalla fascia di rischio più alta per l'emergenza coronavirus su decisione del governo del premier Mario Draghi. 

Coronavirus in Ciociaria, tutti i dati della settimana prima di Pasquetta: quella dei morti e dei guariti

Scampagnate, picnic, barbecue si possono fare?

Banditi barbecue, picnic e scampagnate. Per questo parchi, giardini e montagne saranno sorvegliate speciali, tramite i controlli delle forze dell'ordine coordinati dal Prefetto Ignazio Portelli. Si prevedono posti di blocco a campione, per monitorare eventuali spostamenti verso le seconde case.

I parchi sono aperti? 

L’accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici è consentito salvo diverse specifiche disposizioni delle autorità locali, a condizione del rigoroso rispetto del divieto di assembramento e comunque in prossimità della propria abitazione.È consentito, altresì, l’accesso dei minori, anche assieme ai familiari o altre persone abitualmente conviventi o deputate alla loro cura, ad aree gioco all’interno di parchi, ville e giardini pubblici, per svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto nel rispetto delle linee guida del Dipartimento per le politiche della famiglia.Tra i parchi e i giardini pubblici rientrano anche i parchi e i giardini aperti gratuitamente al pubblico, afferenti a musei e ad altri istituti e luoghi della cultura. Resta inteso che la giustificazione di tutti gli spostamenti ammessi, in caso di eventuali controlli, può essere fornita nelle forme e con le modalità dell’autocertificazione

Locali chiusi

Locali ancora off limits. Bar e ristoranti, infatti, non potranno effettuare servizio al tavolo e quindi saranno sostanzialmente vietati i pranzi di Pasquetta. I locali potranno lavorare con l'asporto fino alle 18 - fino alle 22 per chi ha la cucina - e con le consegne a domicilio senza limiti di orario.  Serrande giù anche per quasi tutti i negozi e i centri commerciali. Restano aperti supermercati, farmacie, edicole e tabacchi.

Pasquetta a casa di amici e seconde case

Anche per oggi, lunedì di Pasquetta, come già accaduto per sabato e per domenica di Pasqua, è in vigore la deroga per visite a casa di amici e parenti. Due adulti - più i minorenni di 14 anni che non vengono conteggiati - possono raggiungere una sola volta un'abitazione privata di amici o parenti all'interno della regione Lazio.
Lo spostamento deve comunque avvenire tra le 5 e le 22, perché il coprifuoco resta in vigore. Sarà però quindi possibile pranzare a casa di amici a Pasquetta, anche se è consigliato evitare incontri con persone non conviventi. 

Resta, invece, il divieto di uscire di casa se non per motivi di lavoro, assoluta necessità, salute e appunto visite a familiari e amici, che andranno inseriti nell'autodichirazione in caso di controllo. È vietato, quindi, il classico picnic di Pasquetta al parco - che saranno monitorati ma aperti -, così come è vietata la gita fuoriporta.

Ancora in vigore, infatti, il divieto di uscire dai confini regionali, se non per i soliti motivi, che andranno dichiarati in un'autocertificazione. La visita alle abitazioni private è infatti concessa solo all'interno della regione Lazio. Possibile, anche a Pasquetta, raggiungere la propria seconda casa, ma soltanto al nucleo familiare convivente del proprietario.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasquetta in zona rossa in Ciociaria: le regole per gite, picnic, pranzi e seconde case

FrosinoneToday è in caricamento