rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Attualità

Picchi di PM10 durante la notte, valori anomali da mezzanotte alle 2

In quella fascia oraria il traffico è inesistente ed il riscaldamento nelle abitazioni è ridotto. Cosa determina i picchi? Forse si tratta emissioni industriali? L'associazione Medici di Famiglia scrive alla Asl

Preoccupano i valori di PM10 registrati a Frosinone nelle ore notturne. Preoccupa soprattutto il fatto che non si conoscono le cause  considerando che nella fascia oraria compresa tra mezzanotte e le due, ovvero quando vengono raggiunti i picchi, il traffico è praticamente inesistente, così come sono spenti o ridotti al minimo i riscaldamenti nelle abitazioni. E allora cosa determina i valori riscontrati dalle centraline Ancler posizionate tra la zona Scalo e viale America Latina? Potrebbe trattarsi di emissioni industriali? 

Rilevamento delle polveri sottili

A dare l'allarme è stata l'Associazione Medici di Famiglia per l'Ambiente di Frosinone e Provincia con il Comitato di Viale America Latina segnala all’ASL che dal 10 gennaio 2020, nelle ore notturne, le centraline Ancler installate dal Comune di Frosinone per il rilevamento delle polveri sottili, con riferimento a quelle site in Via America Latina (Plesso scolastico ‘I. De Luca’) e Via Puccini (Plesso scolastico ‘Pietrobono’), hanno registrato i valori di PM 10 di media oraria, come di seguito riportati, risultati di gran lunga fuori dei limiti di legge. Dati confermati anche dalle rilevazioni ARPA. Si specifica che i valori di PM10, ammessi per legge in Italia sono 50 mcg/m3".

1) Via America Latina (valori di picco di media oraria delle PM 10 espressi in mcg/m3, in parentesi l'ora):

- 11 gennaio = 286 (1:00);  - 12 gennaio = 250 (1:00);  - 13 gennaio =171 (1:00); - 14 gennaio =241 (00:00); - 15 gennaio =269 (00:00); - 16 gennaio= 274 (00:00). - 17 gennaio= 266 (2:00) - 18 gennaio= 260 (2:00)

2) Via Puccini (valori di picco di media oraria delle PM 10 espressi in mcg/m3, in parentesi l'ora)

- 11 gennaio = 228 (1:00); - 12 gennaio =269 (1:00);   - 13 gennaio= 189 (00:00); - 14 gennaio = 281 (2:00); - 15 gennaio= 253 (1:00); - 16 gennaio =262 (2:00). - 17 gennaio =222 (2:00) - 18 gennaio =336 (1:00)

"I valori di picco hanno interessato le ore notturne, tra la mezzanotte e le 02.00, diversamente da quanto invece avviene nelle altre zone della città, ove i picchi vengono registrati solitamente nelle ore serali. Le polveri sottili delle emissioni notturne persistono in alte concentrazioni fino alla mattinata successiva in zone della città dove sono presenti due scuole regolarmente frequentate in quelle ore. Considerato che nelle ore interessate dal picco notturno il traffico veicolare è quasi inesistente e che i mezzi di riscaldamento operano a regime ridotto, si rende necessario anche valutare l’ipotesi che il fenomeno possa essere determinato da emissioni industriali. Si investe la ASL di quanto rilevato e la si interroga sulle iniziative poste in essere e/o programmate, in ottemperanza a quanto disposto  dagli art.7-bis e seguenti del Dlgs 502 del 30 dicembre 1992 e s.m.i. Vista la gravità degli argomenti trattati, si rimane in attesa di celere riscontro".

Controlli a tappeto

Da qui anche il commento della consigliera comunale di opposizione Fabiana Scasseddu: "Sicuramente la conformazione orografica del nostro territorio non aiuta, così come la quasi assenza di piogge di questo periodo. Certo è che i dati registrati fanno pensare che la situazione sia ormai fuori controllo e che sia necessario effettuare controlli capillari, soprattutto se tali emissioni dovessero provenire dalle industrie collocate nelle zone limitrofe a quelle dove sono posizionate le centraline Ancler."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchi di PM10 durante la notte, valori anomali da mezzanotte alle 2

FrosinoneToday è in caricamento