La Ciociaria trema: simulate due scosse di terremoto. Prefettura: 'Solo 4 morti, 95 feriti e danni in tre centri storici'

L'Ufficio territoriale del Governo di Frosinone parla di 'risultato superiore alle aspettative' dopo aver inaugurato con tale esercitazione la nuova sala di Protezione civile. Nel Sorano mobilitati apparati pubblici, volontariato e attività sanitarie

La nuova sala operativa della Protezione Civile, nucleo della Prefettura di Frosinone

“Due forti scosse di terremoto in Ciociaria”, hanno annunciato in mattinata dalla Prefettura di Frosinone. Niente paura. Si è trattata di una simulazione attuata in fase di inaugurazione della nuova sala operativa di Protezione civile. È terminata difatti intorno alle 16.45 di oggi, mercoledì 7 ottobre, un’esercitazione della stessa PC nell’area circostante la città di Sora a seguito dell’ordinanza di mobilitazione firmata dal Prefetto Ignazio Portelli. Il bilancio, superiore alle aspettative dei promotori, è di 4 morti e 95 feriti, di cui 20 gravi, oltre ai danni nei centri storici di Arpino, Broccostella e Isola del Liri.  

Le onde sismiche, per l’esattezza, sono state provocate nel comune di Broccostella e hanno interessato altri dieci paesi: Arpino, Campoli Appennino, Castelliri, Fontana Liri, Fontechiari, Isola del Liri, Monte San Giovanni Campano, Pescosolido, Posta Fibreno e Santopadre. È stata mobilitata, nell’occasione, l’intera Protezione civile: apparati pubblici, volontariato e attività sanitarie.  

++ Articolo aggiornato alle 16.45 ++

Dalla Prefettura di Frosinone: "Un risultato superiore alle aspettative"

"Un risultato superiore alle aspettative - hanno commentato dall'Ufficio territoriale del Governo L'esercitazione è stata necessaria per verificare la capacità reattiva dei tanti soggetti coinvolti nel sistema provinciale della Protezione civile". Da qui i ringraziamenti  rivolti dall'Ufficio territoriale del Governo a tutte le Amministrazioni comunali coinvolte, inclusa la Provincia di Frosinone, nonché ai volontari, alle forze dell'ordine, ai vigili del fuoco, alla Asl, all'Ares 118, a Iliad, all'Enel e, non da ultima, all'Agenzia regionale della Protezione civile. "Per ottenere buoni risultati - concudono dalla Prefettura - è indispensabile la collaborazione di tutti a tutela della comunità".  

Il Prefetto di Frosinone Ignazio Portelli, intento a firmare l'ordine di mobilitazione della Protezione civile-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento