menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Qualità della vita 2020, Ciociaria 85°. Brilla nel business, ma è 4° in Italia per denunce di violenza sessuale

La provincia di Frosinone scende un gradino nella graduatoria annuale del Sole 24 Ore, influenzata dal Coronavirus. È 34esima per "Affari e lavoro", anche grazie alle imprese femminili. Dalle donne, però, anche 3 denunce di abusi ogni 100 mila abitanti

Nella classifica sulla "Qualità della vita 2020", in base all'indagine annuale del Sole 24 Ore inevitabilmente influenzata dal Coronavirus, la provincia di Frosinone si piazza all'85° posto, un gradino più in basso rispetto all'anno scorso. In una graduatoria che vede Bologna prima e Crotone ultima, la Ciociaria migliora nettamente a livello di affari e lavoro, passando dall'80° alla 34° piazza, ma sale un po' anche rispetto ad altre due aree tematiche analizzate: ambiente e servizi (da 105esima a 88esima) e cultura e tempo libero (da 101esima a 85esima). 

"Per misurare l’emergenza sanitaria in corso - si evidenzia sul Sole 24 Ore - è stato inserito tra i parametri l’indice dei casi Covid rilevati ogni mille abitanti, l’unico indice che è stato pesato maggiormente per testimoniare come la diffusione dei contagi ha esercitato una pressione differente sui sistemi sanitari, sulle vite e sulla quotidianità delle persone".

Ciociaria: 2° posto in Italia per numero di imprese in rete

Le note più dolenti sono altre tre: giustizia e sicurezza (da 33esima a 59esima), demografia e società (da 46esima a 71esima), e ricchezza e consumi (da 70esima a 79esima). In tali ambiti ci sono alcune posizioni di vertice di cui potersi vantare, ma altre di cui doversi vergognare.  Da una parte, in ambito lavorativo, si registrano difatti il secondo posto in Italia per numero di imprese in rete (21 ogni 1.000 registrate), il terzo per quota di export sul Pil (75,8%) e il quinto per imprese femminili (0,3%).

Provincia di Frosinone al 4° posto nazionale per violenza sessuale

A proposito di donne, però, c'è una tremenda statistica: oltre tre denunce ogni 100mila abitanti per violenza sessuale che fa balzare la provincia di Frosinone al quarto posto nazionale. Sempre nel campo della sicurezza, poi, la Ciociaria è ottava per indice di criminalità: oltre 2.450 delitti denunciati ogni 100 mila abitanti. Anche rispetto ai furti (quasi 800 denunce ogni 100 mila abitanti) la situazione non è rosea: 17esima. 

Le classifiche: altri pro e conto a livello provinciale

Guardando alle classifiche delle sei aree, inoltre, spiccano il 101esimo posto per numero di protesti (più di 10 mila ogni mille abitanti), il 107esimo nonché ultimo per tasso di motorizzazione (quasi 80 auto ogni 100 abitanti) e il 105esimo rispetto alla banda larga (0,02% di edifici coperti da fibra ottica). Da notare, infine, i dati riguardanti demografia e società, e cultura e tempo libero: da un lato, il 22esimo posto per utilizzo di calmanti e sonniferi a fronte dell'89esimo per il consumo di farmaci per il diabete e l'ipertensione; dall'altro lato, il 37esimo posto per numero di bar (3 ogni mille abitanti), mentre l'offerta culturale ciociara è 84esima  (meno di 50 spettacoli ogni mille abitanti) e la relativa spesa al botteghino 85esima (meno di 15 euro pro capite all'anno). 

Ricchezza e consumi: dal 70° al 79° posto 

  • Rata media mensile: 284,153 euro rimborsati per finanziamenti in essere (11°) 
  • Canoni medi di locazione: 370 euro per appartamenti nuovi di 100 mq in zona semicentrale nei capoluoghi (22°) 
  • Spazio abitativo medio: 82,9406 mq medi delle abitazioni/componenti medi per famiglia (26°) 
  • Popolazione con crediti attivi: 43,4946% dei maggiorenni (37°) 
  • Trend del Pil pro capite: variazione 2020/2019, -0,07271% (39°) 
  • Pensioni di vecchiaia (settore privato): importo medio di 1.121,03 euro al mese (61°) 
  • Assorbimento del settore residenziale: 44,3% mq compravenduti su mq offerti sul mercato (69%) 
  • Depositi bancari di famiglie consumatrici: 15.766,1 euro pro capite (71°) 
  • Spesa delle famiglie: 2.305 euro all’anno per il consumo di beni durevoli (71°) 
  • Assegni sociali: importo medio di 431,7 euro al mese (78°) 
  • Prezzo medio di vendita delle case: 1.100 euro per appartamenti nuovi di 100 mq in zona semicentrale nei capoluoghi 
  • Reddito disponibile: 15.274 euro pro capite all’anno (83°) 
  • Fattura commerciali ai fornitori oltre i 30 giorni: 0.192% del totale (86°) 
  • Nuovi mutui per l’acquisto di abitazioni: 646,009 nuovi contratti per 10 mila abitanti (93°) 
  • ?Protesti: 10.582 euro per mille abitanti (101°)

Ambiente e servizi: dal 105° all’88° posto 

  • Fondi europei 2014-2020 per l'ambiente e la prevenzione dei rischi: 147,047 euro pro capite di spesa pubblica sul territorio, incluse risorse attratte (38°)  
  • Persone con almeno il diploma: 63.6% della popolazione 25-64 anni (46°) 
  • Indice trasformazione digitale: 478,438, riferito ai Comuni capoluogo in base a 8 indicatori (54°) 
  • Pos attivi: 54,4327 per mille abitanti (56°) 
  • Spesa sociale degli enti locali: 7,43049 euro pro capite (59°) 
  • Fondi europei 2014-2020 per l'Agenda digitale: 8,34095 euro pro capite di spesa pubblica sul territorio, incluse risorse attratte (66°) 
  • Spid erogate:156,236 ogni mille abitanti (68°) 
  • Carte di identità elettroniche: 27 ogni 100 abitanti (70°) 
  • Ecosistema urbano: 0,471805, riferito alle città capoluogo in base a 18 indicatori (74°) 
  • Indice di Rischio Climatico (CRI): 0.135, scenario ad emissioni contenute rispetto al periodo di riferimento 1961-1990 (75°) 
  • Partecipazione alla formazione continua: 6,5% (75°) 
  • Giovani che non lavorano e non studiano (Neet): 27.7% (82°) 
  • Pago Pa - enti attivi: 67,0833% del totale (83°) 
  • Riqualificazioni energetiche degli immobili: 22,9 euro di investimenti per abitante (84°) 
  • ?Tasso di motorizzazione: 78,2045 auto ogni 100 abitanti (107°) 

Giustizia e sicurezza: dal 33° al 59° posto 

  • Violenze sessuali: 3,29733 denunce ogni 100mila abitanti (4°) 
  • Indice di criminalità: 2.458,57 delitti denunciati ogni 100 mila abitanti (8°) 
  • Furti: 796,305 denunce ogni 100 mila abitanti (17°) 
  • Furti in esercizi commerciali: 62,031 denunce ogni 100mila abitanti (21°) 
  • Truffe e frodi informatiche: 292,226 denunce ogni 100mila abitanti (36°) 
  • Incidenti stradali: 4,95353 morti e feriti ogni mille abitanti (43°) 
  • Furti in abitazione: 252,452 denunce ogni 100mila abitanti (51°) 
  • Estorsioni: 15,4562 denunce ogni 100mila abitanti (72°) 
  • Quota cause pendenti ultratriennali: 18,8101% del totale delle pendenze (80°) 
  • Durata media delle cause civili: 1.212,14 giorni (81°) 
  • Incendi: 16,6927 denunce ogni 100mila abitanti (84°) 
  • Indice di litigiosità: 1093,25 cause civili iscritte ogni 100 mila abitanti (84°) 
  • Omicidi da incidente stradale: 2,88516 denunce ogni 100mila abitanti (91°) 
  • Riciclaggio e impiego di denaro: 4,12166 denunce ogni 100mila abitanti (92°) 
  • ?Indice di rotazione delle cause: 0,855449 procedimenti definiti su nuovi iscritti (98°) 

Affari e lavoro: dall’80° al 34° posto 

  • Imprese in rete: 21,4715 ogni mille imprese registrate (2°) 
  • Quota di export sul Pil: 75,81111% di esportazioni di beni verso l'estero/valore aggiunto nel 2019 (3°) 
  • Imprese femminili: 0,276721% delle imprese registrate (5°) 
  • Cessazioni di imprese: 0,0313% delle imprese registrate (19°) 
  • Imprenditorialità giovanile: 0,102046% delle imprese con titolare under 35 su imprese registrate (22°) 
  • Nuove iscrizioni di imprese: 0,036% delle imprese registrate 
  • Imprese che fanno ecommerce: 0,0265991% su imprese che fanno commercio al dettaglio (62°) 
  • Imprese straniere: 0,0782279% delle imprese registrate (70° 
  • Cig ordinaria autorizzata: 277,891 ore medie per impresa registrata (75°) 
  • Diffusione del reddito di cittadinanza: 22,2508 assegni ogni 1000 abitanti (77°) 
  • Tasso di occupazione: 48,1517% (86°) 
  • Imprese in fallimento: 0.0235919% delle imprese registrate (88°) 
  • Gap occupazionale tra maschi e femmine: 25,4699% di differenza tra tasso di occupazione maschile e femminile, età 15-64 anni (95°)
  • Startup innovative: 2,84504 ogni mille società di capitale (95°) 
  • ?Banda larga: 0,0212346% di edifici coperti da infrastruttura Ftth sul totale (105°) 

Demografia e società: dal 46° al 71° posto

  • Calmanti e sonniferi: 0,102769 unità minime pro-capite (22°)
  • Cancellazioni anagrafiche: 10,1414 nuove cancellazioni ogni 1000 abitanti (29°)
  • Consumo di farmaci per la depressione: 11,9386 unità minime pro-capite (41°)
  • Casi Covid-19: 20,1364 ogni mille abitanti (46°)
  • Densità abitativa: 149.445 abitanti/Kmq (46°)
  • Indice di vecchiaia: 184,3, popolazione di 65 anni e più/popolazione di età 0-14 anni, moltiplicato per 100 (53°)
  • Tasso di mortalità: 5,96, standardizzato per 10 mila abitanti (56°)
  • Tasso di natalità: 3,08713 ogni 1000 abitanti (57°)
  • Medici di medicina generale: 0,915009 professionisti attivi ogni 1000 abitanti (58°)
  • Infermieri: 312,4 ogni 100mila abitanti
  • Pediatri: 1,75245 professionisti attivi ogni 1000 abitanti 0-14 anni (71°)
  • Consumo di farmaci per asma e Bpco: 4,34319 unità minime pro capite (75°)
  • ?Iscrizioni anagrafiche: 8,10731 nuove iscrizioni ogni 1000 abitanti (84°)
  • Consumo di farmaci per diabete: 36,1497 unità minime pro-capite (89°)
  • Consumo di farmaci per ipertensione: 122,974 unità minime pro-capite (89°)

Cultura e tempo libero: dal 101° all'85° posto

  • Bar: 3,05209 ogni mille abitanti (37°)
  • Piscine: 0,0144258 ogni mille abitanti (52°)
  • Ristoranti: 3,58585 ogni mille abitanti, inclusa la ristorazione mobile (53°)
  • Partecipazione elettorale: 60.1% (53°)
  • Palestre: 0.0803724 ogni 100mila abitanti (56°)
  • Sportività 2020 - "Effetto Covid-19": -0,890214 - Indice elaborato in base a 4 indicatori che misurano l'impatto sullo sport (61°)
  • Biblioteche: 2,73982 ogni 1000 abitanti
  • Cinema: 0.0226691 ogni mille abitanti (65°)
  • Eventi sportivi: -0.848444 attratti e annullati, di rilievo internazionale (65°)
  • Indice di lettura dei quotidiani: 24,1777 copie diffuse al giorno ogni mille abitanti (75°)
  • Fondi europei 2014-2020 per l'attrazione culturale, naturale e turistica: 5,28008 euro pro capite (83°)
  • Librerie: 0,0556425 ogni mille abitanti (83°)
  • Offerta culturale: 47,4919 spettacoli ogni mille abitanti (84°)
  • Spettacoli - Spesa al botteghino: 14,556 euro pro capite all'anno (85°)
  • Internet almeno 100 Mbit/s - abbonamenti: 5,69788% di accessi broadband rispetto alla popolazione residente (94°)
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento