menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un campo da bocce nel quartiere Selva Piana

Un campo da bocce nel quartiere Selva Piana

Più cura ed attenzione per il quartiere Selva Piana, i cittadini raccolgono le firme

Campi da calcio, da bocce e giardinetti, i residenti chiedono interventi al sindaco di Frosinone, Ottaviani e agli assessori ai Lavori Pubblici e Sport

Sono già oltre 500 le firme raccolte in appena due giorni dai residenti di Selva Piana a Frosinone, stufi di veder abbandonato il loro quartiere. Non un attacco, ma una richiesta di intervento al sindaco Nicola Ottaviani e agli assessori ai Lavori Pubblici e allo Sport. Sì perché gli interventi riguardano anche luoghi per svolgere attività sportive all'aperto. Campi da calcio e da bocce, oltre che i giardinetti, ormai invasi da erbacce che stanno raggiungendo altezza d'uomo. Chiedono maggior riguardo per un quartiere che vuole riappropriarsi dei propri spazi. La raccolta firme è iniziata pochi giorni fa e continuerà anche nel fine settimana (sabato e domenica il banchetto sarà nei giardinetti di Santa Maria Goretti dalle ore 16.00 alle ore 20.00). Firme che verranno allegate alla lettera inviata al sindaco corredata dalle foto che ben illustrato la situazione. 

Luoghi di socializzazione per giovani ed anziani

"Non vi è dubbio dell'importanza della presenza di campi da calcio in un quartiere già povero di infrastrutture. - spiegano i residenti - È noto il richiamo che essi rivestono per i giovani: aggregrazione, socializzazione, sana attività fisica e non ultimo l'allontanamento dai pericoli che l'inattività possa condurre".

"Un tempo molto frequentati dai meno giovani e non, i campi da bocce versano in uno stato pietoso, dato il lungo abbandono. Necessitano di una profonda manutenzione con rifacimento della pavimentazione. Ora erbacce di ogni tipo, da che non è più la parrocchia di S.M. Goretti ad occuparsene, ne nascondono il vero volto".

Altra richiesta di intervento riguarda i Giardinetti. "È sufficiente passare nei pressi, specie di pomeriggio/sera, per rendersi conto dell'importanza che rivestono per gli abitanti del quartiere di ogni età. Si servono di tavoli purtroppo invecchiati dal tempo e dalle intemperie, con tavole schiodate e rotte, panchine inutilizzabili a tal punto che spesso le sedie vengono portate da casa. Tutto ciò per consentire di passare serenamente ore giocando a carte e per chiacchierare. La presenza di attrezzature per giochi riservati ai bambini spesso rappresentano un pericolo. Necessitano di essere attentamente messe in sicurezza anche la tranquillità di chi li accompagna.

Un quartiere vivo

Si tratta di poche opere, - sottolineano - non particolarmente costose, indispensabili per un quartiere che vuole togliersi da uno stato di abbandono, che vuole migliorare le condizioni di vita sociale e ambientale. Non un quartiere dormitorio, ma con sforzi comuni può essere reso più vivibile, più accogliente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento