rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Risse tra giovani

Il fenomeno risse tra giovani, una problematica seria e che va debellata il prima possibile

Gli episodi di violenza tra ragazzi ormai capitano quasi ogni weekend: il Comune di Frosinone prende le contromisure

Il fenomeno risse tra giovanissimi è purtroppo un problema che riguarda tutta Italia, anche Frosinone. Ne avevamo già parlato nei mesi scorsi con la Psicologa e Psicoterapeuta ad orientamento Analitico Transazionale Tamara Mattone. La dottoressa ci aveva spiegato come la crescita di questi episodi sia legato anche alla Pandemia che ci affligge ormai da due anni.

I giovani in certi casi, addirittura, si danno appuntamento per prendersi a schiaffi e pugni. Nel Capoluogo ciociaro, purtroppo, quasi ogni weekend si assistono a scene del genere tra ragazzi. Nelle settimane passate sono stati diversi i casi che hanno riguardato diverse zone di Frosinone, sia la parte bassa che la parte alta della città. Proprio per questo motivo, dal prossimo weekend, ci saranno maggiori controlli da parte del Comune.

"La sicurezza dei ragazzi e delle famiglie, in strada e nei luoghi pubblici - ha dichiarato il sindaco, Nicola Ottaviani - è fondamentale soprattutto nel periodo in cui si sta ricominciando a uscire di casa, dopo i mesi più critici della pandemia, riattivando abitudini e tempistiche di socializzazione per molto tempo accantonate. Se ci sono malintenzionati che intendono guastare la ripresa della normalità o approfittare del prevedibile dinamismo che sta ricominciando nelle vie o nelle piazze, questi devono avere la certezza che le istituzioni, lo Stato e i Comuni, non sono disponibili a cedere neppure un metro di tranquilla convivenza civile, oltre che di legalità".

A partire dal prossimo weekend il comando della Polizia locale di Frosinone, su indicazione del sindaco, Nicola Ottaviani, effettuerà servizi mirati volti a un controllo più serrato della movida notturna, al centro storico e in altre zone della città. I servizi saranno predisposti dal comandante Donato Mauro, attraverso la stipula di una convenzione con operatori specializzati, con la qualifica di ausiliari, titolari di attività di unità cinofile appositamente addestrate, per la ricerca di stupefacenti o corpi metallici. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il fenomeno risse tra giovani, una problematica seria e che va debellata il prima possibile

FrosinoneToday è in caricamento