Sabato, 13 Luglio 2024
Attualità

Frosinone Scalo, cittadini esausti e sfiduciati incontrano il sindaco

Mastrangeli sotto il fuoco incrociato su sicurezza, piste ciclabili e il futuro della piazza

Nella piazza della Sacra Famiglia di Frosinone Scalo, ieri - mercoledì 6 settembre - si è tenuto un incontro pubblico che ha acceso una discussione intensa tra il sindaco Mastrangeli e i preoccupati cittadini residenti nella zona. Quest'area è purtroppo diventata notoriamente associata a episodi di violenza e spaccio, il che ha naturalmente alimentato l'ansia tra gli abitanti, alla ricerca di maggiore protezione da parte delle autorità competenti. 

Uno dei punti più infuocati dell'incontro è stata la trattazione della sicurezza nella zona, per l'appunto. I cittadini hanno denunciato una serie di problematiche, tra cui furti nelle attività commerciali, nelle residenze e persino in ambito religioso, causando una crescente apprensione tra la popolazione. Tanto che molti di loro hanno dimenticato cosa sia il lieto dormire: "molti cittadini non dormono, molti commercianti  invece dormo nei loro negozi. Chiediamo al sindaco e alle forze dell’ordine una soluzione, una sorveglianza notturna più abbondante, specie nel quartiere Scalo dove si verificano più furti".

Altre specifiche aree poi, come il Ponte via Verdi e Piazza Pertini, sono state individuate come particolarmente problematiche.

Il sindaco Mastrangeli ha risposto alle preoccupazioni dei cittadini sottolineando gli sforzi delle forze dell'ordine per rafforzare la sorveglianza. Ha inoltre annunciato un aumento delle unità di carabinieri e una maggiore presenza delle forze dell'ordine in Piazza Pertini. Ha ribadito l'importanza di preservare la piazza della Sacra Famiglia da potenziali atti vandalici attraverso l'organizzazione di eventi e l'apertura di un bar o un chiostro a cui i cittadini non hanno risposto positivamente.

Malgrado gli sforzi del sindaco, infatti, i toni dell'incontro sono diventati sempre più accesi, con alcuni cittadini che hanno manifestato la loro diffidenza riguardo le politiche di sicurezza attuate dall'amministrazione comunale.

L'obiettivo di Mastrangeli appare inequivocabile: lasciar vivere la piazza con meno ostacoli possibili. "Più ostacoli mettiamo su questa piazza, meno eventi possiamo farci. Meno eventi attuiamo, meno possibilità di socializzazione abbiamo".

Oltre alle questioni di sicurezza, la discussione si è focalizzata sulle piste ciclabili presenti in città. Alcuni cittadini hanno accolto positivamente la decisione di rimuovere le piste con i cordoli di marmo, sostenendo però come queste abbiano avuto un impatto negativo sul commercio locale e sul traffico che risulta essere perennemente imbottigliato e caotico. 

Il sindaco ha giustificato la decisione sottolineando la necessità di adeguarsi alle norme europee in materia di mobilità sostenibile e ha evidenziato il problema dell'inquinamento atmosferico nella zona. Ha altresì sottolineato l'urgenza di esplorare alternative di mobilità per il futuro.

L'incontro ha rivelato una profonda frattura tra il sindaco e i cittadini di Frosinone Scalo. Molti cittadini hanno espresso apertamente la loro diffidenza nei confronti delle politiche del sindaco Mastrangeli e delle decisioni prese dall'amministrazione comunale. La discussione si è conclusa con un appello alla necessità di individuare soluzioni condivise per affrontare le sfide legate alla sicurezza e alla mobilità sostenibile nella città.

In sintesi, l'incontro nella piazza della Sacra Famiglia di Frosinone Scalo ha messo in luce le preoccupazioni dei cittadini e la loro sfiducia nel sindaco Mastrangeli. È emersa la necessità di avviare un dialogo aperto e costruttivo per trovare soluzioni che soddisfino le esigenze di tutta la comunità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone Scalo, cittadini esausti e sfiduciati incontrano il sindaco
FrosinoneToday è in caricamento