Nel quartiere Scalo continua lo spaccio di sostanze stupefacenti, la protesta e le richieste dei residenti

I residenti chiedono di intervenire prima che si ripeta la situazione di degrado di qualche mese fa

Nei giorni scorsi vi avevamo raccontato dei lavori di riqualificazione effettuati nel quartiere Scalo ai giardinetti di fronte la Chiesa Sacra Famiglia. Lavori che hanno soddisfatto molti residenti che hanno ringraziato più volte il sindaco Ottaviani per l’operato ed il pronto intervento dopo la manifestazione.

Lo spaccio di sostanze stupefacenti non si ferma

Dopo alcuni giorni tranquilli però, è tornato il problema dello spaccio. Nelle ultime ore ci sono arrivate infatti diverse segnalazioni in merito , con i cittadini extracomunitari che, da quanto ci è stato riferito, hanno ripreso il commercio di sostanze stupefacenti, cambiando metodo rispetto a prima dei lavori di riqualificazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aumentati i controlli, ma questo non basta

I controlli sono aumentati rispetto a prima –ci racconta un residente – ma ormai gli spacciatori sanno bene come muoversi, evitando i controlli con diversi stratagemmi. Sanno bene le ore di pattugliamento della zona e riescono ad arginare facilmente il problema. Ora il commercio di sostanze stupefacenti – rivela il cittadino che ci ha contattato – sembra essersi spostato nella zona del parcheggio dei pendolari. I giardinetti poi, dopo alcuni giorni tranquilli, sono tornati ad essere impraticabili. Il problema sembrava svanito, ma poi è riaffiorato dopo alcuni giorni. Noi residenti chiediamo maggiori controlli per tarpare subito le ali ai malintenzionati, senza aspettare di tornare al livello di degrado che c’era prima”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gratta un biglietto 'miliardario' e vince 500 mila euro

  • Le tolgono i figli, va in Comune e tenta di strangolare l'assistente sociale

  • Manette troppo strette: due agenti di Polizia penitenziaria a processo per lesioni contro un recluso

  • Ciclista ciociaro muore lungo la strada per Forca d'Acero

  • Coronavirus, bollettino 27 giugno: il Covid si riaffaccia in Ciociaria

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 29 giugno: altro caso positivo da accesso al pronto soccorso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento