menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Se n'è andato l'artista Giuseppe Agelao, illustre maestro di bellezza e ciociaro d'adozione

Scomparso all'Ospedale della natia Reggio Calabria l'88enne scultore e liutaio a lungo residente alla Forcella, tra Frosinone e Torrice, e docente al Liceo Artistico del Capoluogo. È stato, tra i suoi talenti, un grande costruttore e insegnante di archi

Forte il cordoglio, specie tra le comunità di Frosinone e Torrice tra i cui territori – per l'esattezza in località La Forcella – aveva abitato ed era stato tanto stimato il deceduto artista 88enne Giuseppe "Peppe" Agelao, illustre ciociaro d'adozione e a lungo docente presso il Liceo Artistico del Capoluogo. Figlio e padre d'arte, nell'ordine del maestro decoratore Liborio e di Marco e Massimiliano, lo ricordano tutti – amici, colleghi, allievi e conoscenti – innanzitutto come una persona speciale. Ancheuo fratello Nino, tra l'altro, è stato professore in una scuola del Frusinate: il Liceo di Alatri. È stato un maestro di bellezza di caratura internazionale: statuaria, liuteria, ebanisteria, pittura, restauro, decorazione, disegno, rilievo e, tra le sue opere a livello provinciale, anche una scultura antistante al Cimitero del Capoluogo e un Monumento ai Caduti a Ripi. In tantissimi potranno dire con fierezza di possedere e poter suonare un "Agelao", visto che tra i suoi innumerevoli talenti è stato anche un grande costruttore, suonatore, restauratore e insegnante di archi, specie di violino. Se n'è andato nella natia Reggio Calabria, presso l'Ospedale locale, lasciando un vivo ricordo in Ciociaria, che ha avuto il grande onore di adottarlo, e le sue creazioni in tutto il resto del mondo.

La scheda di presentazione

 Giuseppe Agelao-2“Nasce a Reggio Calabria il 15 luglio 1931 - recita la biografia sul sito-galleria - studia nell'istituto superiore d'arte "Mattia Preti" e poi in Accademia di Belle Arti dove si abilita, tra i tanti insegnamenti, anche in architettura d'interni, ceramica, ebanisteria artistica e decorazione. Nel 1955 riceve la "menzione d'onore in scultura" alla "Quadriennale d'arte di Roma" conquistando il primato di artista più giovane d'Italia a vincere la Quadriennale. Nel 1957 vince il "Concorso internazionale di scultura di Carrara". Nel 1960 è nominato dall' UNESCO membro della Commissione Internazionale d'Arte ed è invitato come giurato in vari concorsi internazionali tra cui per l'"Accademia di Francia", l'Accademia Tiberiana", l'Accademia del Cinquecento" e la "Quadriennale d'Arte di Roma". Successivamente al 1960 è restauratore per il Museo di Reggio di Calabria e per la Sovrintendenza delle Belle Arti della Calabria. Dal 1961 è stato docente di "Scultura ed Arte Plastica" presso il Liceo Artistico Statale "Refice" di Frosinone e poi nell'Istituto Superiore d'Arte di Siena. Dal 1975, contemporaneamente all'attività artistica, intraprende l'attività di liuteria divenendo maestro liutaio e restauratore di strumenti musicali antichi. Sue opere sono esposte, sin dal 1960, in musei, gallerie e collezioni private di moltissime città e capitali, tra cui New York, Parigi, Londra, Madrid, Cali, Roma, Firenze, Milano e Napoli”. È stato, tra l'altro, anche il primo e unico residente di Pentedattilo, frazione del comune calabrese di Melito Porto Salvo,  nel quadro del progetto di recupero dei borghi dell'Aspromonte. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento