Coronavirus, oltre 1000 tamponi in pochi giorni nelle postazioni drive in della Provincia

Dopo le lunghe code di inizio settimana la situazione nei tre luoghi va pian piano normalizzandosi

Oltre 1000 i tamponi eseguiti nei tre punti Drive in in Ciociaria in pochi giorni. Questi i numeri dei test che si stanno effettuando nelle città di Frosinone (in foto il punto di accesso in via Michelangelo), Cassino e Sora a tutti coloro che rientrano dalle regioni e dalle nazioni indicate dalla Asl. La giornata di martedì, come abbiamo scritto su queste pagine, è stata la meno frequentata almeno nel punto di Frosinone mentre delle lunghe file si sono registrate a Sora.

Via Michelangelo chiusa al traffico

A seguito del tavolo tecnico, tra il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani e il direttore generale della Asl, dott.ssa Patrizia Magrini, con il contributo del dirigente della Polizia locale, comandante Donato Mauro, e del responsabile comunale della protezione civile, Marco Spaziani, le postazioni per effettuare i tamponi (i “drive in”) sono state dislocate in via Michelangelo, nei pressi dello stadio Stirpe e del conservatorio Refice. La strada, nella giornata di martedì 25 agosto, è stata quindi chiusa al traffico dal personale della Polizia locale, per permettere di effettuare il test in sicurezza alle persone di rientro da Croazia, Malta, Spagna, Grecia e Sardegna, Puglia ed Emilia Romagna.

Tale disposizione è stata adottata, quindi, congiuntamente, da Comune e Asl allo scopo di limitare l’eccessivo afflusso di veicoli all’interno dello “Spaziani”, con possibili ricadute negative su traffico e circolazione: è stata quindi individuata un’area preposta all’effettuazione dei tamponi nelle immediate vicinanze del nosocomio, che usufruirà del supporto operativo degli uomini e delle donne della Polizia Locale e della Protezione civile. Il “drive in” sarà aperto tutti i giorni feriali, dal lunedì al sabato dalle ore 9,00 alle ore 13,00. Chi torna da vacanze dalle zone menzionate, può accedere ai Drive in, possibilmente con prescrizione dematerializzata del medico di famiglia, o senza prescrizione, esibendo la documentazione di rientro da viaggi, senza prenotazione. Coloro che ritengano di essere entrati in contatto con soggetti positivi non devono accedere ai Drive in autonomamente, ma contattare i Servizi di Igiene Pubblica per prenotare il tampone, a seguito dell’indagine epidemiologica di competenza dei suddetti servizi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La situazione al porto di Civitavecchia

Al porto di Civitavecchia, per quanti provengono dalla Sardegna, è stata attivata una postazione di Drive in per l’effettuazione dei tamponi già al momento dello sbarco. Dalla Asl fanno sapere, infine, che vi sono datori di lavoro che, per riammettere i dipendenti al rientro dalle vacanze svolte – in qualsiasi località – chiedono di esibire l’esito dei tamponi. In questo caso il cittadino può fruire del servizio ma solo se per tempo si è munito della prescrizione del Medico Competente della propria Azienda, Ditta, Ufficio, nell’ambito della sorveglianza sanitaria prevista dal datore di lavoro. Vale per tutti l’adozione delle misure di isolamento fiduciario fino all’esito del tampone effettuato; anche dopo l’esito negativo del tampone, si raccomanda il rispetto delle misure di distanziamento, dell’uso della mascherina e il lavaggio mani, in quanto possono verificarsi nei 14 giorni dal rientro dal viaggio positivizzazioni di soggetti che hanno contratto l’infezione in vacanza, che non devono in alcun modo essere motivo di contagio per gli altri. Per ulteriori informazioni contattare il Numero Verde 800716963. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 5 borghi da visitare in Ciociaria

  • Coronavirus in Ciociaria: uno dei 2 nuovi casi è un 51enne di Pontecorvo andato al pronto soccorso

  • Cassino, grave schianto tra auto lungo la Casilina in direzione Cervaro

  • Omicidio Willy, gli aggressori percepivano il reddito di cittadinanza

  • Coronavirus, reso noto il boom di casi in Ciociaria. D'Amato: 'Assembramenti di genitori all'entrata delle scuole'

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 19 e domenica 20 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento