Martedì, 19 Ottobre 2021
Attualità

Isole ecologiche mobili, sabato il taglio del nastro

I due dispositivi saranno spostati ogni notte nei vari quartieri della città di Frosinone per garantire l'implementazione e la facilitazione della raccolta differenziata

Domani, alle 15, presso piazza VI dicembre, e alle 16, presso piazzale Kambo, l’amministrazione Ottaviani, mediante l’assessorato all’ambiente coordinato da Massimiliano Tagliaferri, presenterà alla cittadinanza due isole ecologiche mobili, che saranno ubicate nella parte alta e in quella bassa della città.

Chi potrà usufruirne

Ogni cittadino registrato a un’utenza del Comune, tramite tessera sanitaria, potrà conferire presso i dispositivi - in cui sarà presente anche un operatore della ditta Appaltatrice - le seguenti tipologie di rifiuti differenziati: umido, plastica, alluminio, carta-cartone, vetro, pile, olii vegetali, medicinali scaduti e contenitori etichettati T/F. I report stilati, così, permetteranno all’amministrazione e alla società De Vizia di intervenire con eventuali misure correttive, quale, ad esempio, la variazione dell’orario di conferimento o della localizzazione.

Copertura del territorio

Le isole saranno spostate ogni notte nei vari quartieri della città, garantendo ulteriormente l'implementazione e la facilitazione della raccolta differenziata, in grado di promuovere anche la premialità delle singole famiglie. Al fine di poter garantire una totale copertura del territorio comunale, la città è stata suddivisa in due macrozone (Zona 1, ossia Centro Storico e Zona 2, corrispondente a Centro Urbano/Periferico) e per ognuna di essa individuate dei punti di ubicazione. 

L’amministrazione Ottaviani ha inoltre avviato l’acquisto di ulteriori due isole ecologiche che andranno a potenziare il servizio. Il nuovo programma di igiene urbana introdotto dall’amministrazione Ottaviani, con il sistema di raccolta porta a porta sull’intera superficie del capoluogo, sta riuscendo, dunque, nell'intento di incrementare la percentuale della differenziata, che ha ormai superato il 70%. Un risultato, questo, che non solo va a beneficio dell'ambiente, ma permette di abbassare i costi fissi di raccolta e smaltimento, con conseguente diminuzione dell’importo delle bollette. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isole ecologiche mobili, sabato il taglio del nastro

FrosinoneToday è in caricamento