Attualità

Tari, quasi 30 euro in meno sulla bolletta, ma è ancora tra le più care del Lazio

A Frosinone la tassa sui rifiuti ha registrato una diminuzione del 6.9% rispetto al 2017. Magliocchetti: "Buone possibilità di un ulteriore abbassamento dei costi"

Danilo Magliocchetti

Un risparmio di 28 euro sulla bolletta della Tari, la tassa sulla gestione dei rifiuti che passa dai 397 euro del 2017 a 369 euro del 2018. Una buona notizia per i cittadini di Frosinone testimoniata in queste ore dal rapporto pubblicato da Cittadinanzattiva, afferente "l'Osservatorio Rifiuti Prezzi e Tariffe per il 2018" che, per l’undicesimo anno consecutivo, ha realizzato un’indagine sui costi sostenuti dai cittadini per lo smaltimento dei rifiuti in tutti i capoluoghi di provincia, prendendo come riferimento nel 2018 una famiglia tipo composta da 3 persone ed una casa di proprietà di 100 metri quadri

Primi risultati positivi

"La gestione virtuosa delle casse comunali, da parte dell’amministrazione Ottaviani, in tutti questi anni, oltre a consentire di rispettare, in pieno, un piano di rientro decennale del deficit onerosissimo, sta permettendo di cominciare ad ottenere più qualche risultato positivo, in termini di risparmio per i cittadini, anche per alcune tariffe di importanti servizi" commenta il consigliere comunale e provinciale di Frosinone Danilo Magliocchetti prima di passare al confronto con gli altri capoluoghi laziali che evidenzia però una situazione da migliorare.

Classifica del Lazio

La Tari a Frosinone, sebbene ridotta rispetto allo scorso anno, risulta però tra le più care del Lazio seconda solamente a Roma che ha registrato un incremento del 3% passando dai 383 ai 394 euro. Per Latina si parla di un -2.7%, 335 euro del 2017 sono diventati 326 euro. Invariata Rieti che resta stabile a 325 euro. Deciso aumento del 10.3% per Viterbo passato dai 221 euro del 2017 ai 244 euro del 2018.

Meno 7%

"La città di Frosinone, - aggiunge Magliocchetti - pur avendo un costo ancora piuttosto significativo per il servizio, la media regionale Tari è infatti di € 332,  registra comunque la variazione maggiormente performante in positivo, tra tutti i capoluoghi di provincia del Lazio, per quanto riguarda la diminuzione in percentuale della tari, tra il 2017 e il 2018, con un importante meno 7%.

Un 7% che risulta essere anche tra i migliori risultati in assoluto, tra tutti i Capoluoghi di provincia italiani. Solo 4 città, infatti, (Isernia -8.3%, Enna -13.4%, Pisa -7.1%, e Bolzano -8.5%) hanno registrato diminuzioni maggiori, in percentuale nel biennio 2017-2018, rispetto a Frosinone. 

Di questo passo, con una perdurante oculata ed attenta gestione delle risorse finanziarie, ci sono buone possibilità che il costo del servizio Tari, possa abbassarsi ulteriormente nel capoluogo, di pari passo con un efficentamento ulteriore della raccolta differenziata". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tari, quasi 30 euro in meno sulla bolletta, ma è ancora tra le più care del Lazio

FrosinoneToday è in caricamento