menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La manager della Asl D'Alessandro tra il presidente Zingaretti e l'assessore D'Amato

La manager della Asl D'Alessandro tra il presidente Zingaretti e l'assessore D'Amato

Provincia di Frosinone zona rossa, D’Alessandro: “Sistema messo a dura prova dal Covid, ma situazione sotto controllo”

Dopo il botta e risposta Ottaviani-D’Amato sui posti letto, la manager Asl fa presente che all’occorrenza si ricorre alle strutture private o al cruscotto regionale. Intanto riconvertita Geriatria di Cassino e vaccinazioni anche nella Sala Teatro Asl

La manager Asl Pierpaola D'Alessandro, a seguito del botta e risposta tra il sindaco del capoluogo Nicola Ottaviani e l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato,  tiene a precisare che "circa la mancata disponibilità di posti letto a disposizione dei residenti nella Asl di Frosinone, nessuna problematica di questo tipo è presente nell'azienda". La direttrice generale dell'Azienda sanitaria, infatti, fa presente che nell'ormai zona rossa, all'occorrenza, si può ricorrere alle strutture private ciociare convenzionate nonché al cruscotto regionale, ossia al trasferimento di pazienti critici in altri ospedali regionali. Nel frattempo, inoltre, il reparto di Geriatria dell'ospedale "Santa Scolastica" di Cassino è stato riconvertito per ospitare degenti Covid.  

Perché la provincia di Frosinone è zona rossa e arriveranno più dosi di vaccino anti Covid

D'Alessandro (Asl): "Sistema messo a dura prova, ma la situazione è sotto controllo"

"La situazione epidemiologica della Provincia di Frosinone è sotto controllo - evidenzia la dott.ssa D'Alessandro - pur in un sistema messo a dura prova dal Covid. Da sottolineare come l’organizzazione sanitaria in tempo di pandemia si caratterizzi per un’estrema flessibilità nella riconfigurazione dei setting assistenziali sulla base delle necessità". In poche parole, "Il Covid fa pressione - ribadisce - ma l’organizzazione è a misura di paziente". La rete ospedaliera riesce difatti a predisporre oltre 700 posti letto tra pubblico e privato accreditato, di cui 240 destinati a pazienti Covid e il resto a tutti gli altri. Ad oggi non sono stati aumentati posti letto per le terapie intensive e nessun paziente critico è stato trasferito altrove. 

Il punto sulla vaccinazioni: quasi a quota 40 mila, attivata anche la Sala Teatro della Asl

La giornata di ieri, la prima in zona rossa, si è chiusa toccando quasi quota 40 mila vaccinazioni anti Covid: per l'esattezza 39.249, di cui 11.887 complete di richiamo. Tra l'altro oltre mille dosi sono state iniettate dai medici di famiglia, "con i quali la collaborazione - sottolinea Pierpaola D'Alessandro - è stretta e continua". Nel frattempo si sono uniti alla squadra vaccinale, in risposta a un apposito avviso pubblico, cinque medici in pensione in maniera del tutto volontaria e gratuita. 

I 5 medici volontari unitisi alla squadra vaccinale della Asl di Frosinone-2

"Per migliorare il Servizio vaccinale la sede di Frosinone di via Armando Fabi si sdoppia (da oggi, ndr) - informa la manager della Asl - Le seconde dosi saranno somministrate presso la Sala Teatro, resa sede vaccinale accogliente e sicura. Gli utenti saranno avvisati da un messaggio via Sms. Si ringraziano - conclude - le maestranze tecniche dell’ASL che in un pomeriggio hanno trasformato tutto". L'invito, ovviamente, è quello di rispettare l'orario di prenotazione e non presentarsi in anticipo in nessuna delle postazioni per la vaccino anti Covid, altrimenti si creano assembramenti

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Alatri on air festival

  • Eventi

    Ferentino, weekend di Pasqua insieme

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento