Il governatore del distretto Lions 108L italy in visita nella provincia di Frosinone

Massimo Paggi è stato nei giorni scorsi a Cassino e nei cinque Clubs che fanno parte della Zona 1A della Prima Circoscrizione dello stesso Distretto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FrosinoneToday

Il Governatore del Distretto 108L Italy che comprende il Lazio, l’Umbria e la Sardegna è stato nei giorni scorsi in provincia di Frosinone per visitare, a Cassino, cinque Clubs che fanno parte della Zona 1A della Prima Circoscrizione dello stesso Distretto. La Zona 1A è costituita dai Clubs che operano nell’ambito territoriale del “Frusinate” mentre la Prima Circoscrizione comprende, in linea di massima, le Province di Frosinone, Latina e parte di quella di Roma.

Il Governatore Massimo Paggi, unitamente al Segretario Distrettuale Paolo Scilipoti, ha preso parte ai Consigli Direttivi dei Clubs intrattenendosi con i Soci per una serena discussione in merito alle attività già svolte e da svolgere a favore della Comunità, in linea con il motto ormai “centenario” dell’Associazione: “We Serve”. Alle stesse Riunioni hanno partecipato, come previsto, il Presidente della Zona 1A Silvio Turriziani e il Presidente della Prima Circoscrizione Aurora Francini.

Al termine dei Consigli Direttivi, a conclusione della Visita in un clima di amicizia ed armonia, ha avuto luogo la tradizionale Conviviale di saluto tra i Soci dei cinque Clubs a cui hanno partecipato molti graditissimi Ospiti, Autorità Lions e Autorità civili e militari. Nel corso dell’evento, come da cerimoniale, sono stati ascoltati gli Inni relativi al Paese dell’attuale Presidente Internazionale Yung Yul Choi (la Repubblica di Corea), all’Unione Europea e alla nostra Nazione, l’Italia e sono state espletate tutte le incombenze formali previste. Si sono succeduti gli indirizzi di saluto dei Presidenti dei cinque Clubs: per il Lions Club di Cassino il Presidente Maria Teresa di Cicco, per il Lions Club Val di Comino il Presidente Benedetta Nardone, per il Lions Club “Frosinone Nova Civitas” il Presidente Caterina Bracaglia, per il Lions Club Frosinone Host “Bellator Frusino” il Presidente Vincenzo Banfi e per il Lions Club Arce-Pontecorvo “Ager Fregellanus” il Presidente Giampiero Romano.

Dopo la presentazione del Presidente di Circoscrizione, Aurora Francini, ha preso la parola il Governatore Massimo Paggi per un breve saluto a tutti i presenti. La serata ha visto poi lo “scambio” dei Guidoncini e di particolari doni tra i Presidenti dei Clubs e il Governatore e la consegna di riconoscimenti ad alcuni dei Soci presenti. Il taglio della torta e il tradizionale “tocco della campana”, dato dal Presidente del Lions Club “Frosinone Nova Civitas” Caterina Bracaglia, ha concluso quello che è sicuramente uno degli eventi più importanti della “vita” di un Lions Club che è inserito in quella che è la più grande Associazione di Servizio a livello mondiale, il “Lions Club International”. Per meglio inquadrare l’Associazione di seguito vengono riportate alcune notizie di carattere generale relative al “Lions Club International”.

Il “Lions Club International” è, per l’appunto, la più grande Organizzazione di Servizio e Umanitaria associata con le Nazioni Unite ed ha come proprio motto, dal momento della sua “creazione” più di cento anni fa, l’espressione “We Serve”. I “Lions” sono attualmente quasi due milioni di Soci in oltre 47.000 Clubs di 800 Distretti presenti in più di 210 Paesi del Mondo ed in continua espansione. Un numero di Nazioni addirittura superiore a quello dei Paesi aderenti all’ONU, a dimostrazione del fatto che gli ideali di servizio, di amicizia e di aiuto per le comunità in difficoltà sono concetti transnazionali che accomunano le persone, pur nella diversità politica, culturale, religiosa ed etnica.

I Lions hanno quindi, istituzionalmente una vocazione internazionalistica ad operare “al di la” e “al di sopra” dei vincoli di confine. Il termine “Lions” nel nome dell’Associazione, non è nato come acronimo ma lo è diventato successivamente: in origine stava per “Liberty, Intelligence, Our Nation’s Safety” (“Liberta’, Intelligenza, Sicurezza della nostra Nazione”). Trattandosi di un’Associazione filantropica la parola “Safety”, associata alla difesa armata, è stata mutata in “Service” (”Servizio”), e l’interpretazione dell’acronimo è diventata “Liberta’ e Intelligenza al servizio della nostra Nazione”. I Soci del Lions Club offrono il loro tempo, il loro impegno, le loro risorse, tra l’altro, per raccogliere fondi a scopo benefico da distribuire sia nella propria comunità che a livello internazionale.

Gli “scopi” dell’Associazione sono quelli di creare e stimolare la comprensione fra i popoli, promuovere i principi di buon governo e di buona cittadinanza, interessarsi attivamente al benessere della comunità, favorire le persone interessate a servire la comunità senza scopo personale di lucro. L’Associazione, inoltre, promuove un alto livello morale nelle professioni, negli incarichi pubblici e nel comportamento privato tramite un proprio codice etico. “Club Marketing Communications Chairperson” Comm. Gen. Antonio ZACCINI

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento