menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il capoluogo ciociaro è uno dei più virtuosi per quanto riguarda la pressione fiscale a carico dei contribuenti

Il Sindaco Nicola Ottaviani: "La Fondazione OpenPolis ha certificato l’efficacia dell’azione di risanamento e di riduzione della pressione fiscale a carico dei cittadini, portata avanti in questi anni dal capoluogo"

OpenPolis, fondazione indipendente e senza scopo di lucro che promuove progetti per l’accesso alle informazioni pubbliche, la trasparenza e la partecipazione democratica, ha diffuso i dati relativi ai comuni italiani che ricevono più entrate per tasse e imposte. Lo studio (openbilanci – consuntivi 2019) ha mostrato come, ad esempio, tra le grandi città, Venezia e Milano siano quelle che incassano più risorse derivanti da tasse; nella città di Roma, invece, le entrate per tasse e imposte sono aumentate del 20,3% in quattro anni. I dati della fondazione mostrano anche come tra i capoluoghi di provincia, Frosinone sia uno dei più virtuosi per quanto riguarda la pressione fiscale a carico dei contribuenti. Tra le località regionali in cui la pressione è maggiore, vi è appunto Roma, alla quale seguono Rieti e Viterbo.

Ottaviani: centrato l’obiettivo del risanamento

“La Fondazione OpenPolis ha certificato l’efficacia dell’azione di risanamento e di riduzione della pressione fiscale a carico dei cittadini, portata avanti in questi anni dal capoluogo – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – L’amministrazione è riuscita in tale obiettivo, nel rispetto di quel piano di risanamento approvato nel 2013, quando, cioè, per evitare il dissesto dovuto ai debiti pregressi, ha messo in sicurezza le casse comunali, continuando al tempo stesso in una politica oculata degli investimenti, gestendo le risorse disponibili secondo il principio del buon padre di famiglia”.

Mastrangeli: mantenuta un’alta qualità dei servizi

“L’amministrazione Ottaviani – ha aggiunto l’assessore al bilancio e alle finanze, Riccardo Mastrangeli – intende proseguire nella direzione intrapresa, al fianco dei cittadini, delle famiglie, dei contribuenti. Nonostante l’oneroso piano di rientro dal debito, il Comune ha sempre tenuto conto della necessità di mantenere alto il livello qualitativo dei servizi erogati alla cittadinanza. Il nostro obiettivo continuerà a essere quello di mettere in atto tutti gli accorgimenti normativi che possano venire incontro alle esigenze dei cittadini di Frosinone, specie in un periodo drammatico, dal punto di vista economico e sociale, come quello che stiamo vivendo”.

“Riuscire a calmierare la pressione fiscale, – conclude Mastrangeli – erogando contestualmente servizi di elevato standard qualitativo e quantitativo, all’inizio della nostra esperienza amministrativa non era certamente scontato e, anzi, sembrava un obiettivo irraggiungibile”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento