Il pigliese Domenico Loreti di 107 anni è l’uomo più longevo del Lazio

A giugno il nonnino di Piglio taglierà questo importante traguardo per un primato certificato dal sito supercentenariditalia.it

A certificare lo straordinario primato è il sito web supercentenariditalia.it che raccoglie i casi degli uomini più longevi viventi (di almeno 106 anni di età, candidati all’età supercentenaria, con attestazione dello stato in vita entro i 4 mesi dalla data odierna) e morti (di almeno 109 anni) residenti in Italia o nati in Italia e poi emigrati in un altro Paese, e la successione, in progressivo aggiornamento, dei Decani uomini d’Italia, ovvero degli uomini che in vita furono i più longevi nel Paese.

La storia di nonno Domenico

“Nato a Piglio il 22 giugno del 1912 Domenico Loreti, 107 anni a Giugno, ha attraversato – ci dice lo storico e scrittore locale Giorgio Alessandro Pacetti - una buona parte della storia italiana che per la comunità pigliese, non è altro che un libro di storia vivente e per tutti un punto di riferimento. Sono circa 16mila i centenari che, secondo gli ultimi dati Istat, vivono in Italia. Il segreto sta nel difendere la salute da piccoli, poche medicine, un buon bicchiere di vino rosso…possibilmente Cesanese, mangiare sempre con moderazione, poche arrabbiature,  serenità di spirito e muoversi possibilmente a piedi, spiega nonno Domenico, uno dei 16mila ultra centenari che è riuscito a vivere con determinazione e attaccamento alla famiglia, a cavallo di due secoli, caratterizzati da due guerre mondiali, da terremoti, da alluvioni e da frane”. 

Le parole del primo cittadino

Il sindaco di Piglio Mario Felli è stato tra i primi a complimentarsi con il suo concittadino per lo straordinario primato: "lui, come tanti altri nostri nonni, rappresentano un prezioso patrimonio di tradizioni, di valori culturali e civili. Un ringraziamento speciale a Domenico e a tutti i nonni del nostro paese per l'esempio che danno a tutti noi; un augurio di grande serenità per i prossimi anni”.

Gli ultracentenari del Piglio

"Per la cronaca – ci dice ancora Pacetti -  gli ultracentenari di Piglio sono stati: Elena Lucidi vedova Giorgi 107anni, Pia Fantini vedova Nardi 106 anni, Maria Lucidi vedova Giorgi 104 anni (1855-1959), Elvira Ceccaroni vedova Lucidi 103 anni (1889-1992), Elena Franceschi vedova Massimi morta all’età di 101 anni, Attilio Ricci 100 anni (1911-2011), Antonio Passa100 anni (1913-2013), Pia Corbi 101 anni (1914-2015),  Laura Passa 103 anni (1915-2018) e Clara Proietti 102 anni (1916-2018). Meno fortunati, si fa per dire, sono stati Alessandro Pietrangeli e il maresciallo dei Carabinieri, Alessandro Colavecchi, tutti e due ricordati dai pigliesi come i poeti vincitori delle poesie dialettali recitate nelle sagre dell’uva, seguiti da Augusto Simeoni, ex bersagliere e Cavaliere di Vittorio Veneto, da Paolo Lopi anche lui Cavaliere di Vittorio Veneto, da Margherita Corbi vedova Cittadini, da Francesca Lolli, da Clementina Lolli vedova Bottini, da Giuseppina Tufi, da Giovanna Ricci, da Rosa Celletti, da Giovanni Piroli, da Valeria Ceccaroni, da Maria Bruni, da Celeste Franceschetti,  da Angela Graziani, da Lorenza Graziani, da Cesare Passa e da Rina Ceccaroni, che tutti per pochi mesi, non hanno varcato il traguardo fatidico del secolo facendo così attestare Piglio, sempre più come il paese più longevo della Ciociaria". L’elisir dei centenari: aria buona e cibo sano. Vita semplice e legami forti. Sarà pure un clichè, ma a quanto pare sembra essere proprio questo l’elisir di lunga vita”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento