rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Il racconto della serata / Anagni

Anagni, al liceo D. Alighieri la notte della cultura classica

Un’edizione che assume una particolare valenza, perché dopo due anni si è tornati finalmente in presenza!

Anche quest’anno il Liceo Classico dell’IIS “Dante Alighieri” di Anagni, diretto dal prof. Adriano Gioè, ha partecipato con entusiasmo all’appuntamento con la “Notte Nazionale del Liceo Classico” (NNLC), un’edizione che assume una particolare valenza, perché dopo due anni … finalmente in presenza!

L’iniziativa nazionale, patrocinata dal Ministero dell’Istruzione e da RAI Scuola, è nata da un’idea dal prof. Rocco Schembra, docente di materie letterarie del Liceo Classico “Gulli e Pennisi” di Acireale, con l’intento di ribadire l’importanza dei valori classici e sottolinearne il ruolo formativo nelle giovani generazioni. L’evento, giunto ormai all’VIII edizione, ha visto la partecipazione di oltre 300 Licei di tutta Italia, tra i quali, appunto, il Liceo classico anagnino, polo scolastico di eccellenza del nostro territorio, che ha celebrato e fatto rivivere i valori dell’antica civiltà classica nella suggestiva cornice del Convitto Nazionale “Principe di Piemonte”.

Anagni, notte della cultura

Grazie alla collaborazione del Direttore del Convitto, dott. Livio Gabrielli, e del Dirigente dell' INPS, dott. Pietro Di Fronzo, in un ambiente nuovo, prestigioso e accogliente, che da quest’anno ospita l’indirizzo classico dell’Alighieri, venerdì 6 maggio, dalle ore 18:00 alle ore 24:00, è stato possibile realizzare il ricco programma dell’evento, coordinato egregiamente dalle referenti della NNLC, le Proff.sse Maria Teresa Fiorini e Luisa Pietrangeli.

Diverse sono state le attività culturali ed artistiche proposte a tutta la cittadinanza anagnina e al territorio circostante, come la coinvolgente esibizione dell’“Alighieri’s band”, gruppo musicale dell’Istituto, formatosi durante l’attuale anno scolastico, che in pochi mesi è riuscito a far emergere eccellenti talenti musicali, e lo spettacolo teatrale La buona novella. Racconti e canti popolari da De André ai vangeli apocrifi, a cura della Compagnia “Errare Persona”, con la regia di Damiana Leone.

Gli studenti del Liceo classico hanno arricchito la serata con letture drammatizzate dall’Iliade, suscitando grande suggestione ed emozione negli ascoltatori, e presentato alcuni dei numerosi progetti svolti durante l’anno, come l’innovativa App Library Smart, con cui è possibile gestire la catalogazione ed il prestito della biblioteca dell’Istituto, e La Gazzetta dantesca, il giornalino d’Istituto concepito come uno spazio in cui ogni studente può esprimere liberamente le proprie idee.

La Notte Nazionale, grazie anche alla collaborazione con il FAI (Fondo Ambiente Italiano), ha inoltre fornito l’occasione unica di visitare il complesso monumentale della Chiesa di San Pietro in Vineis annessa al Convitto e di ammirare gli affreschi del XIII sec. del “Coro delle Monache”, di solito non accessibili al pubblico, con la guida esperta degli alunni dell’Alighieri formati dal FAI.

A contribuire alla riuscita dell’evento è stato anche il momento toccante e denso di significato della breve pièce teatrale “Il risveglio di Rosaspina nella notte dei Licei”: gli studenti, attraverso citazioni da opere greche, latine, italiane, straniere, antiche e contemporanee, hanno inscenato il metaforico risveglio della cultura classica, principessa destata dal principe (Amore), che la consegna al mondo e all’eternità, a simboleggiare l’immortalità dei valori classici.

Particolarmente coinvolgente è stato il momento della visita ai locali della nuova sede del Liceo Classico, impreziositi e personalizzati dalle decorazioni pittoriche realizzate dagli stessi studenti, che hanno allestito anche un percorso emozionale dal titolo “Oltre il cuore”, rappresentando in tre aule, in modo figurato e attraverso alcune immagini di opere d’arte, le tre principali emozioni che scandiscono i momenti fondamentali del percorso liceale: il desiderio, la passione che spinge lo studente ad iscriversi, la tenacia che permette di affrontare le sfide, i sogni che a fine percorso lo studente è pronto a realizzare. Di particolare suggestione è stata la lettura drammatizzata a più voci del brano conclusivo tratto dalle Dionisiache di Nonno di Panopoli.

Dunque, protagonista assoluta della NNLC “Dante Alighieri” di Anagni è stata sicuramente la grande passione per la cultura classica in tutte le sue forme, che i ragazzi hanno voluto esprimere, vivendo momenti di aggregazione, scambio, relazione, a dimostrazione di quanto l’antichità greco-romana riesca ancora a toccare il cuore e la mente dei giovani, che guardano al progresso e alle nuove tecnologie senza rinunciare ai grandi e intramontabili valori etici, estetici, politici e spirituali del passato, ben consapevoli che il cordone ombelicale che ad esso ci lega non può –  e non deve – esser rescisso.

Articolo a cura della prof.ssa Rossella Ricci

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anagni, al liceo D. Alighieri la notte della cultura classica

FrosinoneToday è in caricamento