rotate-mobile
Inquinamento

Mal'Aria 2022, la situazione di Frosinone: meno polveri sottili rispetto all'anno scorso ma è quella con i valori più alti nel Lazio

Al di là della singola stazione di monitoraggio -si legge nel report di Legambiente -  sono stati comparati e valutati, per ogni città di cui si avevano a disposizione i valori, i dati di concentrazione media annuale di tutti e tre gli inquinanti considerati

Legambiente ha pubblicato nelle ore scorse il nuovo report sulla qualità dell'aria: su 102 città italiane analizzate nessuna rispetta tutti i valori suggeriti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per PM10, PM2.5 e NO2. La situazione di Frosinone, seppur non a norma con quanto prevedono le normative dell'OMS, è migliorata rispetto allo scorso anno

Al di là della singola stazione di monitoraggio -si legge nel report di Legambiente -  sono stati comparati e valutati, per ogni città di cui si avevano a disposizione i valori, i dati di concentrazione media annuale di tutti e tre gli inquinanti considerati. Da questa analisi è stato possibile verificare la “distanza” a cui si trovano al momento le nostre città rispetto ai valori suggeriti dall’OMS.

La situazione di Frosinone e di alcune città italiane

Per il PM10 le città dovranno ridurre le concentrazioni mediamente del 33% per poter rientrare nei prossimi anni nei limiti più stringenti dell’OMS. Le città più distanti dall’obiettivo sono Alessandria (media annuale 33 µg/mc rispetto al limite OMS di 15 µg/mc); Milano (32 µg/mc), Brescia, Lodi, Mantova, Modena e Torino (31 µg/mc), che dovranno ridurre le concentrazioni di oltre il 50%. Situazioni difficili e obiettivo lontano anche per Asti, Avellino, Cremona, Padova, Piacenza, Reggio Emilia, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza (30 µg/mc). Frosinone, invece, ha una media annuale di 26 µg/mc, in calo rispetto al valore dell'anno scorso che era di 30 µg/mc. Delle 102 città analizzate per le quali è disponibile il dato, solo 5 al momento rientrano nei parametri fissati dall’OMS.

Per il PM2.5, la parte più fina delle polveri sottili e quella che desta maggiori preoccupazioni dal punto di vista della salute, l’obiettivo di riduzione delle concentrazioni a livello nazionale è addirittura del 61%. Le criticità maggiori si presentano a Cremona e Venezia (media annuale 24 µg/mc quasi 5 volte il limite OMS di 5 µg/mc) che dovranno ridurre le concentrazioni del 79%, seguite da Vicenza (22 µg/mc), Piacenza, Padova, Milano (21 µg/ mc), Asti, Alessandria, Verona, Torino e Treviso (20 µg/mc) che dovranno ridurre le loro concentrazioni per più del 75%. Frosinone ha una media annuale del 16 µg/mc e dovrà ridurre la concentrazione per il 69%. Delle 102 città analizzate per le quali è disponibile il dato, nessuna al momento rientra nei parametri fissati dall’OMS.

Per l’NO2 l’obiettivo deve essere del 52%, con le criticità maggiori registrate a Milano (media annuale 39 µg/mc contro un valore OMS di 10 µg/mc) e Torino (37 µg/mc) che dovranno ridurre le concentrazioni rispettivamente del 74% e 73%; seguite da Palermo e Como (36 µg/ mc), Bergamo (35 µg/mc), Trento e Teramo (34 µg/mc), Monza e Roma (33 µg/mc), Napoli e Bolzano (32 µg/mc), Firenze e Pavia (31 µg/mc) che dovranno ridurre le concentrazioni di oltre il 68%. Frosinone ha un valore di 26 µg/mc e dovrà diminuire la concentrazione del 61%.  Delle 102 città analizzate per le quali è disponibile il dato, solo 5 al momento rientrano nei parametri fissati dall’OMS.

Nel Lazio è Frosinone la città con i valori più alti di Pm2.5 e Pm10

Nel Lazio è proprio Frosinone con i valori più alti di Pm 2.5 (16 µg/mc) e Pm 10 (26 µg/mc), mentre Roma è quella con il valore più alto di No2. La Capitale ha una media annuale di Pm 10 del 25 µg/mc, mentre del Pm 2.5 del 12 µg/mc. Alto come detto il valore del No2 (33 µg/mc). Latina ha una media annuale di Pm 10 del 22 µg/mc, del Pm 2.5 del 12 µg/mc e del No 2 del 22 µg/mc. Rieti ha una media annuale di Pm 10 del 19 µg/mc, di Pm 2.5 del 12 e del No2 del 15 µg/mc. Viterbo è la città meno inquinata del Lazio con una media annuale di Pm 10 del 17 µg/mc, del Pm 2.5 del 9 µg/mc e del No 2 del 19 µg/mc.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mal'Aria 2022, la situazione di Frosinone: meno polveri sottili rispetto all'anno scorso ma è quella con i valori più alti nel Lazio

FrosinoneToday è in caricamento