Nasce "Domo" il nuovo servizio delivery di Frosinone

L'iniziativa nasce nel capoluogo da un’idea di due ciociari, la chef Claudia Ceppaluni e il sommelier Emanuele Pica

In questo periodo storico molto particolare a causa dell’emergenza Covid-19 le nostre abitudini sono state stravolte, anche quelle legate al cibo e al suo consumo. Ed è in momenti come questi che si riscopre il valore della tecnologia e, in particolare, del food delivery.
La nuova era della ristorazione ha toccato anche Frosinone e, grazie a all’applicazione Domo, è arrivato nel capoluogo un nuovo modo di concepire il servizio di consegna a domicilio. Per usufruire di Domo basta scaricare l’applicazione disponibile su App Store e Google Play e fino al 20 luglio la spedizione sarà gratuita entro un raggio di quattro chilometri da Frosinone. E per distanze superiori il costo sarà irrisorio per non “pesare” sul cliente finale. 

Domo basa la sua attività sulla qualità dei prodotti e su novità molto interessanti. In primis i fruitori del servizio avranno la possibilità di ordinare un pasto “quasi pronto”  e con le indicazioni per completare al meglio la preparazione. Un modo innovativo per ricreare a casa nel miglior modo possibile il piatto che si vorrebbe mangiare dal proprio ristoratore preferito. Sentirsi chef in erba non è mai stato così semplice: in pochi click, infatti, è possibile avere in cucina tutti i prodotti necessari alla realizzazione del piatto sognato. E, inoltre, la bottega, che sia essa un caseificio o un’enoteca, avrà la possibilità di consegnare i suoi prodotti in giornata ai suoi clienti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Frosinone diverse attività hanno già sposato questo progetto. Con pochi click, infatti, è già possibile avere a casa un buon vino, un sushi o gustare una colazione. Domo nasce nel capoluogo da un’idea di due ciociari, la chef Claudia Ceppaluni e il sommelier Emanuele Pica, i quali hanno implementato questo nuovo modo di concepire il delivery ma anche un valido sostegno alle attività di questo settore presenti in Ciociaria e non solo. L’obiettivo, infatti, è espandere l’idea di Domo anche fuori regione per ridare linfa a botteghe ed esercizi commerciali pesantemente colpiti dall’emergenza Covid-19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio Willy, tracce organiche nella macchina dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi

  • Paliano, violento frontale tra due auto, un ragazzo perde la vita (foto)

  • Pontecorvo, speciale elezioni: Anselmo Rotondo resta sindaco (video)

  • Coronavirus, l'appello di un fisioterapista positivo: "I miei pazienti facciano attenzione"

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Omicidio Willy, lo sfogo del gestore di un locale di Colleferro: “non siamo il cancro di questa città”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento