Migliaia i visitatori del Bosco di Paliano, nel fresco degli alberi e nel massimo rispetto della natura

Le persone a fine giornata si portano i rifiuti a casa perché hanno capito quanto sia importante rispettare gli ambienti

Il forte messaggio di tutela ambientale che era tra le prerogative dei proprietari del Bosco di Paliano (in provincia di Frosinone) che ha aperto da circa 15 giorni e che ha già attirato, soprattutto nel fine settimana, migliaia di visitatori, è stato fino adesso ampiamente raccolto da tutti coloro che hanno visitato questa bellissima area boschiva ai margini dell’ex parco La Selva (ma non all’interno dell’ex parco uccelli).

Tutti hanno recepito quanto sia importante lasciare pulito il bosco e, a fine giornata, è davvero entusiasmante vedere anche i bambini raccogliere, differenziare e portare via i sacchetti dei rifiuti.

Nel bosco non esistono bidoni della spazzatura, e sia le oltre 1500 persone della prima domenica di apertura che le quasi 2000 di ieri hanno rispettato le linee guida di questo posto incantevole e si sono riportati tutto a casa. Nessuno protesta, tutti considerano la cosa assolutamente giusta e corretta.

La sera, sui sentieri del bosco e nell’area pic nic, non si trova nemmeno un pezzettino di carta. Un grande segno di civiltà che contrasta fortemente con l’inciviltà di taluni che soprattutto di notte gettano rifiuti sull’adiacente strada di Colle Gianturco che porta alla casa di Santa Maria Goretti.

I fumatori acquistano i posaceneri portatili, e gli escrementi dei cani (gli animali all’interno del bosco sono ben accetti) vengono messi in buche fatte in terra o nelle sterpaglie e diventano del fertilizzante naturale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si può dire che il nuovo messaggio fortemente protettivo della natura lanciato dagli eredi Ruffo (i proprietari del Bosco di Paliano) è stato ampiamente recepito da quanti si sono presentati per visitare gli oltre 30 ettari di natura incontaminata con oltre 5 km di sentieri da percorrere a piedi o in bicicletta (si possono affittare anche sul posto). Ad accogliere le migliaia di visitatori nella giornata di domenica 12 luglio c’erano due bellissimi cavalli di nome Nina e Giulia ed un piccolo pony che i bambini hanno potuto cavalcare. Altre sorprese sono in preparazione per le prossime settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con la macchina contro un guardrail lungo la Casilina, a perdere la vita è stato Danilo Riccio

  • Bimba azzannata alla testa da un cane, trasferita a Roma in elicottero

  • Segni, si accascia a terra durante una passeggiata e muore in pieno centro

  • Troppa fretta di venire al mondo e Noemi nasce nel letto di mamma e papà

  • Noto scrittore muore stroncato da una crisi respiratoria

  • Torna il Coronavirus a San Cesareo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento