Paliano, due mesi alla riapertura della Selva, ma intanto spariscono nel nulla 10 aironi bianchi (foto)

I lavori di ripristino sono a buon punto. Stanno rivedendo la luce il ristorante il Laghetto ed il bar la cascata, ma i cacciatori continuano a non rispettare le regole

Proseguono a ritmo serrato i lavori di rifacimento e ristrutturazione dei due maggiori punti di ristoro all’interno della Selva di Paliano: il ristorante il Laghetto ed il bar “la Cascata” ma i cacciatori continuano a sparare a più non posso a ridosso dei confini dell’ex Parco Uccelli oggi di proprietà della Gea srl.

Gli aironi bianchi

Di fatto, sarà anche per la mancanza di rispetto delle regole da parte di alcuni cacciatori, ed ancora non riapre il parco e già sono “spariti” una decina di aironi bianchi che le settimane scorse stazionavano nel laghetto di fronte l’ex fermata del trenino. Allora ci chiediamo chi controlla questi cacciatori?

I lavori sono a buon punto

A parte i cacciatori i lavori stanno andando avanti a buon ritmo: è stato completamente rifatto il tetto al ristorante il Laghetto “il cuore pulsante del parco” che una volta tornato in attività potrà riportare quel poco di economia che serve non solo ai cittadini di Paliano ma a tutto il comprensorio. Altri lavori che si stanno eseguendo sono quelli per il rafforzamento della struttura del “bar Cascata” che ha bisogno di un forte restyling e sono iniziati anche i lavori al bar da dove una volta partiva il Trenino. Sono stati tolti tutti o quasi i tavoli ed i camini per cuocere la carne e che sicuramente saranno rinnovati.

Le recinzioni

Si stanno realizzando le recinzioni nei tratti delle stradine di collegamento ai vari laghetti. Insomma, mancano solamente due mesi al giorno della pasquetta. Il  2 Aprile 2018 che rappresenterà una data storica, ovvero quella della riapertura dopo una ventina di anni di abbandono e di vicissitudini giudiziarie per la famiglia del Principe Antonello Ruffo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Azienda intenzionata a proseguire i lavori

Adesso l’economia di questo posto è affidata al gruppo della Gea srl, società di proprietà dei Perfili di Frosinone, giovani investitori, intenzionati a dare corso, dopo un cospicuo investimento personale, alla risistemazione di tutti i 44 ettari del parco più i 14 di Cascina Paola dove al momento è stato “arato”il terreno e dove sicuramente saranno piantate degli ortaggi. Degli immobili, in seguito, si vedrà cosa fare anche se sembra sia previsto un agriturismo e il ripristino della vaccheria li dove una volta vi erano oltre 200 bovini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento