rotate-mobile
Attualità Paliano

Paliano, il Parco uccelli e salute della Selva programma il futuro in grande

Gradita visita del Presidente nazionale delle guardie ambientali prof. Alberto Raggi accompagnato ed il responsabile romano Romolo Martelloni ricevuti dal loro amico ciociaro Carmine Trinchetta 

Importante visita nelle ore scorse alla Selva Parco Uccelli e Salute di Paliano del responsabile italiano delle Guardie Nazionali Ambientali con il quale è stato fatto un programma di collaborazione a breve e lungo termine.

Il Presidente nazionale Prof. Alberto Raggi accompagnato ed il responsabile romano Romolo Martelloni ricevuti dal loro amico ciociaro Carmine Trinchetta e dal Presidente dell’ass. Amici della Selva di Paliano Giancarlo Flavi hanno apprezzato moltissimo il luogo ed insieme si sono gettate le basi per un programma di collaborazione che si preannuncia molto interessante per il futuro.

La Guardia Nazionale Ambientale è un Ente Nazionale di Protezione Ambientale riconosciuto dallo Stato dell’Ambiente con Decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del mare n. 110 del 29/04/2016, che in Italia conta circa 20.000 associati ed ha la sede centrale a Terni. 

Ovviamente tutto è scaturito dalle tre grandi aperture avvenute nei giorni scorsi di pasquetta, il 25 Aprile e il 1 Maggio che hanno visto tornare sui verdi prati, in qualità di soci dell’associazione che la gestisce, molte persone che sono rimaste entusiaste di quanto fatto per far rinascere questo bellissimo posto all’interno del Monumento Regionale Naturale.

Certo non è facile far ripartire il tutto con i vincoli  ed i regolamenti anacronistici e assurdi che fanno perdere solamente del tempo prezioso, ma che comunque vanno rispettati, e proprio per questo che l’associazione Amici della Selva di Paliano in collaborazione con Ancos e Confartigianato di Frosinone sta predisponendo un programma di iniziative enogastronomiche e ludiche affinché questo luogo possa essere goduto dai soci e da quanti si vogliano iscrivere all’associazione che ne sta curando la riapertura.

Intanto, è stato deciso che il parco resterà aperto tutte le domeniche fino ad ottobre ai soci con tanto di parcheggio riservato per loro come imposto dalla Regione Lazio. Però resta aperto anche a  gruppi di soci, previa prenotazione al 335/5326888, che vogliono stare insieme delle giornate non solo per godersi il verde dei bellissimi prati dove i bambini di ogni età si sentono liberi di correre in modo sfrenato e divertirsi dietro ad un pallone per vivere le loro giornate o magari intorno ad un barbecue per gustare la carne che si è appena acquistata dal contadino qui vicino o bere le birre artigianali che andremo a proporre prossimamente a partire da giugno o un buon bicchiere di Cesanese del Piglio D.O.C.G della Selva stessa che è ripartita anche in questo senso molto bene e con vini davvero molto preziosi.

Insomma, una Selva che torna a pulsare. Una selva Parco Uccelli e Salute ridotta inopinatamente a zona agricola facendole perdere di fatto tutto il potenziale turistico - ambientale che ancora ha nonostante stia per compiere i suoi primi 50 anni. Selva nata dalla genialità del Principe Antonello Ruffo di Calabria che con questa sua grande idea aveva portato a Paliano oltre 10 milioni di persone dando una vera svolta all’economia locale. Svolta che  gli operatori commerciali e industriali del posto non hanno saputo apprezzare, quando Antonello Ruffo è andato in disgrazia e si sono lasciati scappare questa grandiosa iniziativa che è stata antesignana dell’ambientalismo in Italia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paliano, il Parco uccelli e salute della Selva programma il futuro in grande

FrosinoneToday è in caricamento