Parte il servizio civile, tanti giovani a disposizione dei più deboli

'Progettiamo il futuro' è il titolo dell'iniziativa fortemente voluta dal sindaco Nicola Ottaviani

Lunedì, 25 marzo, inizieranno l’attività i 12 volontari vincitori della selezione per il Servizio Civile Nazionale nell’ambito del progetto presentato dall’amministrazione Ottaviani ed approvato dalla Regione Lazio, dal titolo “Progettiamo il futuro”. I giovani saranno impegnati per un periodo continuativo di 12 mesi, per 30 ore settimanali presso il Comune di Frosinone, nel settore dei servizi sociali (ubicato nell'ex Mtc), coordinati dall'assessore Massimiliano Tagliaferri.

Ogni area un referente

Sei le aree in cui i volontari presteranno servizio. Il settore dei minori vede, nella figura di operatrice locale di progetto, la dottoressa Anna Galassi, con la quale i volontari lavoreranno nell’ambito dei provvedimenti di competenza dell’area, sia per quanto di competenza del dipartimento Welfare comunale che per quanto attiene al Distretto B; altri temi oggetto di formazione, l’affido familiare, l’accreditamento e il supporto di attività di gestione per centri e strutture. Dell’area dedicata alle persone diversamente abili è responsabile la dottoressa Francesca Fiorella. Con lei, i ragazzi lavoreranno nell’ambito di provvedimenti di competenza sia del Settore comunale che del Distretto B, oltre che dei bisogni e degli strumenti da attivare per le persone non autosufficienti, affette da Alzheimer o con gravi disabilità. La dottoressa Sandra Pantanella è responsabile dell’area disagio sociale, comprendente i provvedimenti di competenza sia in ambito comunale che del distretto B, unitamente agli interventi di contrasto alla povertà e alla tossicodipendenza e di ausilio in caso di disagio psichico. La dottoressa Vanessa Savoni è la referente, invece, dell’area immigrati, deputata ai provvedimenti di competenza sia del settore comunale che a livello distrettuale, oltre ad occuparsi delle tematiche inerenti a SPRAR, minori stranieri non accompagnati e al progetto Fami Impact. La dottoressa Gloria Reali è invece l’Olp per l’area anziani, nella quale ricadono i provvedimenti di competenza sia a livello comunale che distrettuale, l’Assistenza Domiciliare, RSA e Case di Riposo, Centri Sociali Anziani. Infine, l’istruttrice Rossana Paniccia si occuperà dell’area amministrativa, con i provvedimenti di competenza comunale e distrettuale, Bonus Gas, atti di segreteria amministrativa e rendicontazione progetti. I volontari saranno inoltre accompagnati, in questo percorso formativo e umano di 12 mesi, dal supporto del dirigente del settore, avvocato Antonio Loreto, dal formatore generale, dottoressa Sandra Calafiore, dal geom. Salvatore Cirillo.

Parla il sindaco

“Il servizio civile, svolto in questo ambito – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – costituirà un importante momento di crescita e di partecipazione attiva alla vita della propria città, per i giovani volontari coinvolti nel progetto. Anche attraverso queste esperienze di formazione, che avverranno con la supervisione di validi professionisti, i nostri ragazzi potranno accrescere la propria coscienza civica e il senso di appartenenza alla propria comunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento