Patrica, nuovo impianto rifiuti, il secco No di Battaglini

Il 9 luglio la Regione esprimerà il proprio parere sull'insediamento della Recall. "Un sito del genere potrebbe avere gravi ripercussioni sul nostro territorio"

"Da una parte attendiamo che si acceleri la bonifica del nostro territorio dall'altra, nell'assordante silenzio generale, siamo costretti ad alzare le barricate per impedire che la nostra area diventi la pattumiera d'Italia". Samuel Battaglini, consigliere comunale, non ci sta alla possibilità che il Comune patricano possa veder sorgere nei suoi confini un nuovo impianto per il trattamento dei rifiuti che andrebbe a gravare sulle precarie condizioni di salute del territorio. Importante data sarà il 9 luglio quando la Regione Lazio darà parere favorevole o contrario all'insediamento del sito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Patrica è stata meta di turismo e di investitori privati proprio per le sue caratteristiche ambientali che negli ultimi anni stanno venendo meno, seppur non certo a causa nostra. Un nuovo impianto di trattamento rifiuti, come quello presentato dalla Recall, rappresenterebbe un ulteriore colpo inflitto al nostro Paese, cosa che non possiamo permettere e su cui, in maniera trasversale, insieme a cittadini ed associazioni, abbiamo già ampiamente negato il parere positivo. Sono d'accordo con il Sindaco Fiordalisio, quando sottolinea l'assenza delle istituzioni che invece troviamo in prima linea quando si parla di immigrazione e diritti trasversali. Il prossimo 9 luglio la Regione dovrà esprimere il proprio parere sull'insediamento della Recall a Patrica, spero non dimentichino di valutare l'impatto che un sito del genere potrebbe avere sull'aria e su una zona già ampiamente martoriata dall'inquinamento ambientale. Siamo stati eletti per tutelare il nostro territorio e saremo pronti a qualsiasi azione pur di non venire meno all'impegno preso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento