Piglio, domenica 27 tutti a Casa Zompa per scongiurare l’allargamento della discarica

Mobilitazione di massa per evitare che una pregiata zona agricola diventi l’incubo del vivere civile

Accorato appello dell’associazione “Terra Nostra” presieduta da Maurizio Ceccaroni per salvaguardare la zona di produzione del vino DOCG, dall’ampliamento della discarica “Casa Zompa” concesso dall’Amministrazione Provinciale. Terra Nostra vuole mobilitare le coscienze di quanti hanno a cuore lo sviluppo dell’agricoltura e in questo caso di tutto il comprensorio della Strada del Cesanese del Piglio, ed invita tutti alla manifestazione pacifica che si terrà domenica 27 maggio  proprio in quella maledetta località pigliese .

Una civile resistenza

 Così scrive il Comitato Cittadino Terra Madre: “è stato costituito con l’obiettivo di opporre una civile resistenza contro la decisione di ampliare il centro di trasferenza rifiuti, sito nella località “Casa Zompa” a Piglio, attivato in emergenza nel 1998 con un volume di circa 36,000 tonnellate di rifiuti, ed una giacenza di massimo 24 ore, successivamente ridotto con l’avvento della raccolta differenziata.

L’aumento periodico dell’immondizia

Periodicamente l'autorizzazione alla società Tac Ecologica Srl, proprietaria del suddetto sito, era rinnovata dalla Provincia finché, nel 2014, l' atto di richiesta dell'ennesimo rinnovo non fu corredato dal progetto di un variazione sostanziale dell'impianto. In realtà qualcosa di totalmente diverso rispetto alla struttura originaria. Un vero centro di lavorazione dei rifiuti. Si chiedeva, infatti, di poter procedere alla lavorazione 50,500 tonnellate di rifiuti all'anno, con una permanenza del rifiuto protratta fino a 72 ore. E tra i rifiuti trattati anche batterie, pneumatici, rifiuti ingombranti.  Si sono alternate varie Conferenze dei Servizi, alle quali ha partecipato l' amministrazione del Comune di Piglio, tentando di opporsi alla realizzazione di questo nuovo impianto.

L’autorizzazione della Provincia

Nel gennaio 2018 la Provincia di Frosinone ha concesso l' autorizzazione alla societàrichiedente. A nulla è valsa la presenza, a meno di 50 metri dalla struttura, di un fosso di acqua chiara, denominato “Gricciano” e classificato come pubblico. A nulla è valsa la cornice di vigneti Docg. A nulla è valso appartenere a “La strada del Cesanese”, percorso con vocazione turistica che si snoda tra sei comuni (Acuto, Affile, Anagni, Paliano, Serrone e, naturalmente, Piglio). Ma, ancor più, a nulla e' valsa l'assenza di un piano dei rifiuti regionale che evidenzi la reale necessità di un tale impianto per sostenere le esigenze della Regione Lazio in tema di rifiuti. Siamo pertanto convinti che la sensibilità che permea la Vs organizzazione, ed il comune obiettivo di vivere in un luogo salubre, ricco di bellezze naturali con l’attenzione alle nostre tradizioni enogastronomiche, Vi consentiranno di essere presenti il giorno 27 maggio dalle ore 09:30 alle ore 16:30, presso la località Casa Zompa a Piglio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Invitate tutte le associazioni ambientaliste

Alla manifestazione sono state invitate tutte le organizzazioni ed i comitati presenti nel territorio, oltre a tutte le Amministrazioni dei paesi limitrofi, nonché ovviamente l’Amministrazione Comunale di Piglio ed infine le associazioni sportive ed i rappresentanti delle società vitivinicole. La manifestazione, oltre ad essere incentrata sulla divulgazione dell’evoluzione del centro di trasferenza e delle conseguenze di tale evoluzione sulla cittadinanza e sui prodotti agricoli d’eccellenza, sarà animata da numerose attività per i bambini, promosse dalle stesse associazioni e per gli adulti è prevista la degustazione di prodotti tipici offerti dalla cittadinanza, dai ristoratori e dai produttori agricoli". Così conclude il presidente Maurizio Ceccaroni. Nel corso della manifestazione le organizzazioni invitate potranno, previa comunicazione in tempi adeguati, allestire un gazebo per promuovere le proprie attività. Siamo convinti della necessità di difendere il nostro territorio e uniti a Voi vogliamo lanciare un messaggio chiaro a chi vuole deturparlo ed impoverirlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con la macchina contro un guardrail lungo la Casilina, a perdere la vita è stato Danilo Riccio

  • Coronavirus, ecco come si è arrivati ai cinque nuovi positivi, dopo il periodo 'Covid free'

  • Bimba azzannata alla testa da un cane, trasferita a Roma in elicottero

  • Troppa fretta di venire al mondo e Noemi nasce nel letto di mamma e papà

  • Noto scrittore muore stroncato da una crisi respiratoria

  • Torna il Coronavirus a San Cesareo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento