Attualità

Piglio, Case Ater ferme al palo per i mancati finanziamenti 

Iniziati nel 2016 ma mai terminati e sospesi in via definita nel 2019

La lentezza burocratica è uno dei tratti salienti della pubblica amministrazione italiana in generale e pigliese in particolare.  Del resto il disagio amministrativo su scala nazionale non è altro che la somma di tanti piccoli-grandi disagi procurati a livello locale.

Tornando alla situazione delle opere pubbliche un capitolo a parte meriterebbe il fabbricato del Rione Trastevere a Piglio. A seguito di un lungo iter iniziato nel 1996, la Regione Lazio aveva concesso al Comune di Piglio un consistente finanziamento di 1.342.787,94 Euro per la realizzazione di 8 alloggi di edilizia popolare (ATER) nel Rione Trastevere. 

La richiesta era stata avanzata nel 2014 dalla precedente amministrazione, capeggiata dal dott. Tommaso Cittadini che era riuscito a non perdere il finanziamento che consentiva di recuperare una zona nel centro storico particolarmente trascurata. 

La Giunta Felli aveva appaltato i lavori nel mese di Luglio 2016 all’Impresa Esse Ci srl con sede legale in Anagni, che aveva offerto un ribasso del 11,525% sull’importo dei lavori a base di gara per un importo netto di Euro 668.299,21 di cui € 64.635,80 per oneri di sicurezza, oltre IVA al 10% (€ 66.829,92).

"I lavori per la costruzione di otto unità abitative nel Rione Trastevere - ci dice Giorgio Alessandro Pacetti storico e scrittore del luog - dove preesisteva un fabbricato bombardato nel lontano 1944, iniziati nel mese di Ottobre 2016, sono stati subito sospesi alla fine di Novembre 2016 per una variante in corso d’opera perché – nel corso delle predette opere di pulizia - era stata rinvenuta pietra calcarea di appoggio dell’attuale fabbricato e dei fabbricati esistenti senza le fondazione che ha richiesto la redazione di una variante rispetto all’iniziale elaborato progettuale.  Detta variante, approvata dalla Giunta Comunale, è stata inviata sia al Genio Civile che all’Ater per le relative approvazioniI lavori  sono stati poi ripresi nel mese di Marzo 2017 e definitivamente sospesi dal 2019.

Quanti anni dovranno aspettare i cittadini di Piglio per vedere ultimati i lavori di Trastevere, si domanda lo storico locale  - Giorgio Alessandro Pacetti- molto attento ai problemi pugliesi e del comprensorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piglio, Case Ater ferme al palo per i mancati finanziamenti 

FrosinoneToday è in caricamento