menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piglio, troppi monumenti senza segnaletica turistica

Non esiste nessuna indicazione all'entrata del Paese per il Santuario Madonna delle Rose che si trova all'altezza dell'innesto della Circonvallazione con la strada SS 155 Prenestina

Esiste oltre un paesaggio naturale un paesaggio storico nel quale i valori ambientali ed archeologici sono complementari. Questo è il caso di Piglio in cui accanto alla suggestiva ed eccezionale bellezza dei luoghi, troviamo un concentrarsi di elementi artistici appartenenti ad età e culture differenti e tutte di notevole livello qualitativo.

“Purtroppo – ci dice lo storico e scrittore Alessandro Giorgio Pacetti - se ci guardiamo intorno, i nostri occhi si posano su di un quadro desolante ed un malinconico stato di abbandono in cui versano buona parte dei monumenti per mancanza di segnaletica turistica. L’elenco è lungo; eppure tutto questo incommensurabile patrimonio è conosciuto solo da pochissimi ed ignorato da tutti.

E' così: è proprio a lume di naso che i turisti che per avventura abbiano deciso di fare una visita a Piglio debbono orientarsi nella ricerca delle bellezze artistiche e culturali del nostro Paese.

Si lamenta infatti la mancanza quasi totale di cartellonistica e di segnaletica che aiuti a rintracciare i luoghi di culto disseminati nel territorio. Ad esempio nessuna indicazione esiste all'entrata del Paese per chi si voglia recare a visitare il Santuario della Madre Santissima (nome dotto) famigliarmente  denominato Madonna delle Rose, all'altezza dell'innesto della Circonvallazione con la strada SS 155 Prenestina, così che il povero turista, amante delle cose belle,  prosegue diritto ed è costretto quindi a fare un giro di tre chilometri per raggiungere il Santuario dalla parte a monte del Paese.

Altrettanto dicasi per la chiesa di San Rocco Madonna della Valle per chi volesse vedere gli affreschi  in quella chiesa custoditi. Qui il prolungamento del percorso diventa di quattro chilometri contro i quaranta metri dal punto di incrocio della strada Prenestina”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

  • Eventi

    Alatri on air festival

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento