menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco di Pofi, Tommaso Ciccone

Il sindaco di Pofi, Tommaso Ciccone

Pofi, crisi economica e misure a sostegno delle famiglie: il sindaco scrive al Garante regionale del Servizio idrico

Rideterminazione delle tariffe, rateizzazione o anche sospensione delle bollette, Tommaso Ciccone sollecita un intervento per iniziative volte alla diminuzione dei costi a carico degli utenti

Rideterminazione delle tariffe, rateizzazione o anche sospensione delle bollette per offrire una boccata di ossigeno alle famiglie che stanno affrontando le devastanti conseguenze dell'emergenza Coronavirus. Il sindaco di Pofi, Tommaso Ciccone, si rivolge al Garante regionale del servizio idrico integrato per chiedere di avviare "un’azione di persuasione e sensibilizzazione, da porre in essere di concerto con le Consulte d’Ambito e i loro presidenti, affinché i gestori del Servizio Idrico Integrato, laddove non abbiano già operato in tal senso, adottino iniziative finalizzate ad una concreta e percettibile diminuzione dei costi a carico delle famiglie, costrette in queste settimane di quarantena a confrontarsi con un inevitabile aumento anche del consumo idrico". 

La crisi dovuta all'emergenza Corovirus

"A seguito della pandemia da COVID-19, che ha sconvolto il nostro territorio nazionale e non solo, i privati cittadini, con le loro famiglie, e le diverse categorie produttive - evidenzia il primo cittadino - si trovano ad affrontare un periodo di enorme crisi, prevedibile conseguenza legata alle misure adottate dal Governo e incentrate su provvedimenti quali: sospensione di alcune tipologie di attività lavorative e professionali, distanziamento sociale, quarantena, isolamento e blocco degli spostamenti. Questa epidemia rappresenta una grave emergenza sanitaria e un durissimo colpo per la sicurezza e la stabilità economica delle famiglie italiane. Ciò premesso e a tal riguardo, si evidenzia come gli enti pubblici e molti soggetti privati stiano adottando, già da tempo, politiche e indirizzi di comportamento aziendale tesi a ridurre, o eliminare del tutto, la pressione economica sulle famiglie italiane, posticipando, rateizzando o sospendendo le esazioni ricorrenti obbligatorie".

Variazione delle modalità di pagamento

"Quanto sopra, non relativamente alla sola possibilità, purtuttavia auspicabile, di una rideterminazione delle tariffe, materia comunque non riconducibile alle competenze dei gestori, ma ad una variazione da parte di quest’ultimi delle modalità di pagamento delle bollette da parte dei clienti/utenti: posticipandole, rateizzandole o sospendendole". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

  • Eventi

    Alatri on air festival

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento