Attualità Pofi

Pofi, commovente cerimonia di consegna della reliquia di Giovanni Paolo II alla parrocchia

E’ stato padre Gianfranco Grieco a consegnare al parroco Don Giuseppe Said un capello del nuovo Santo

Commovente cerimonia a Pofi per la consegna della reliquia di San Giovani Paolo II da parte di Padre Gianfranco Grieco,  accompagnato nella comunità pofana dal Gen. dei Carabinieri Carlo Felice Corsetti,   alla parrocchia di Santa Maria Maggiore nelle mani del parroco Don Giuseppe Said, alla presenza del sindaco Tommaso Ciccone e di gran parte della popolazione della graziosa cittadina.

La deposizione dei fiori

La cerimonia è stata preceduta da una deposizione di fiori da parte del sindaco Tommaso Ciccone alla statua di San Giovanni Paolo II posta all’ingresso della città e dalla benedizione ai partecipanti tra i quali la confraternita degli Incollatori di San Sebastino che hanno “trasportato” in chiesa in processione la gente del posto. In chiesa ad attendere l’arrivo della reliquia anche i ragazzi della scuola calcio di Pofi e una moltitudine di gente, insieme Padre Vittorio Margiotti responsabile del locale convento di San Pietro e da Padre Roberto Mobilia parroco della parrocchia di San Giovanni Paolo II di Patrica, animata dalla corale “Santa Maria Maggiore” diretta dal maestro Angelo Nardoni 

La Santa Messa e il pianto di Padre Gianfranco Grieco

E’ stato il Parroco Don Giuseppe Said a conclusione di una Santa Messa celebrata da Padre Gianfranco Grieco, già capo ufficio del pontificio consiglio per la famiglia, nonché giornalista-scrittore, che per 27 anni è stato molto vicino a Giovanni Paolo II, poiché inviato dell’Osservatore Romano e su di lui ha scritto tre libri. Il sacerdote ha raccontato tra le lacrime e con immensa commozione come è entrato in possesso nel lontano 12 Marzo del 1982 di sabato di un ciuffo di capelli di San Giovanni Paolo II. Stava salendo fino alla stanza del Santo Padre ed ha trovato il barbiere del vicino Borgo Pio  che stava tagliando i capelli al Santo Padre e lui ha domandato: “Che ci fa con questi capelli?. “Li butto”. Padre Gianfranco  allora rispose:  “dalli e me, perché questo Papa sarà Santo”. Ha tenuto gelosamente custoditi questi capelli in una teca fino ad oggi ed uno di questi, ieri, è stato donato alla parrocchia di Santa Maria Assunta, proprio nel giorno della festa di San Sebastiano patrono della città. Nell’omelia, padre Gianfranco ha ricordato il sacrificio dei due santi di San Sebastiano e di San Giovanni  Paolo II, “Due santi martiri che hanno vissuto fino in fondo la loro santità.  Perché si vedeva dal comportamento che teneva Giovanni Paolo II - ha dichiarato Padre Gianfranco- che il Papa sarebbe diventato Santo per la sua grande umiltà, come uomo del popolo".

Gli onori di casa di Don Giuseppe Said

A fare gli onori di casa il parroco Don Giuseppe Said  e altri due sacerdoti dei paesi vicini che ha invitato chi può ha donare  il reliquario ed ha ringraziato il Sindaco e tutta la popolazione per questa partecipazione massiccia. Lo stesso sindaco Tommaso Ciccone ha ricordato: “Noi siamo una generazione di giovani cresciuti con Lui. Un Uomo che ha segnato veramente la storia e la politica, perché è stato Giovanni Paolo II un Papa della concordia ed ha saputo coinvolgere tutti ad un forte momento di convergenza”.

Il ringraziamento a Valentino Mingarelli

Poi ha ringraziato il collega giornalista Valentino Mingarelli che è stato il ”tramite” per questa importante iniziativa: “Questo momento- ha concluso il Sindaco Ciccone -  vuole essere all’impegno per il bene comune, prendiamolo come parte attiva per la nostra città”. Mentre la gente, intonava l’inno di San Giovanni Paolo II- Aprite le porte a Cristo,  che nel ritornello ripeteva: Aprite le porte a cristo! Non abbiate paura: spalancate il Vostro Cuore, all’Amore di Dio”.

La conclusione di Padre Gianfranco Grieco tra le lacrime

La conclusione è stata fatta da Padre Gianfranco Grieco che ha ricordato la vita vissuta al fianco di San Giovanni Paolo II per 27 anni e per tutti i sui 125 viaggi nel mondo come inviato dell’Osservatore Romano e gli è scappata qualche lacrima, perché è la prima volta che tiene con la reliquia una ricorrenza ufficiale. Ha ricordato, da testimone diretto, alcuni momenti vissuti vicino al Santo Padre Giovanni Paolo II  che ha conosciuto in profondo la Sua Santità di uomo e di colui che ha guidato la chiesa di Roma, tanto da essere il più lungo pontificato nella storia della chiesa (video in alto). La serata in chiesa si è conclusa con il tocco della reliquia con una mano in segno di devozione verso San Giovanni Paolo II.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pofi, commovente cerimonia di consegna della reliquia di Giovanni Paolo II alla parrocchia

FrosinoneToday è in caricamento