Pontecorvo, Annalisa Paliotta ufficializza la candidatura a sindaco e rompe gli equilibri

Il medico-chirurgo, consigliere uscente di opposizione, in una conferenza stampa streaming ha spietato i motivi che l'hanno portata a scendere in campo.

Una città che non voglia restare “periferica”, ma tornare protagonista della politica provinciale e punto di riferimento per il Basso Lazio. E’ una città piena di fiducia e speranza nel futuro quella disegnata nel progetto amministrativo di Annalisa Paliotta, candidata a sindaco di Pontecorvo con il Movimento “Cambiamo Pontecorvo”.

Il consigliere di minoranza ne ha parlato dagli studi di MStudio Center, durante la conferenza stampa di presentazione della sua candidatura a primo cittadino. L’evento è stato trasmesso in diretta sulla pagina Facebook “Annalisa Paliotta sindaco”, e ha totalizzato centinaia di visualizzazioni. “Abbiamo un progetto ben preciso per garantire un’alternativa a questa città – ha esordito Paliotta - . Nei cittadini percepisco grande bisogno di cambiamento, di avere una prospettiva futura che sappia restituire alla città la dignità che merita. Questo è soprattutto il motivo che mi ha spinta a scendere in  campo in prima persona”. A sostenere la candidatura di Paliotta, oltre al Movimento Cambiamo Pontecorvo dal quale è nato il progetto, ci sono le forze civiche e associazioni che di sono unite nel Fronte Civico per Annalisa Paliotta Sindaco. Inoltre, c’è una stretta collaborazione con Green Italia. Le associazioni rappresentano il cuore della città - sottolinea - con le quali è necessario istaurare un dialogo costante nella costruzione di un percorso amministrativo che possa essere sempre condiviso. Un cambiamento reale deve partire dalle basi della struttura, mettendo da parte la politica del personalismo e dei facili consensi, e concentrarsi sui contenuti e sulle idee. Questo vuol dire costruire un progetto”.

In primo piano, ora più che mai dopo l’emergenza Covid 19, ci sono le politiche per il rilancio economico della città. “Dopo il lockdown si stenta a ripartire – afferma Paliotta – e direi anzi che siamo in netto ritardo rispetto ad altre città e altre zone d’Italia. Cosa è stato fatto veramente per sostenere il commercio e le imprese del territorio, a parte sospendere momentaneamente il pagamento della TOSAP? Serve una strategia seria e ben modulata per superare una situazione economica senza precedenti. Dobbiamo affiancare le nostre imprese e le nostre attività, non lasciarle in balia di se stesse”. 

L’ambiente è un altro tema sul quale attivarsi in tempi brevi. “Abbiamo bisogno di mettere a punto un nuovo piano per lo sviluppo del servizio di raccolta differenziata su tutto il territorio comunale. Un sistema che riesca a soddisfare tutte le utenze e arginare l’annoso problema delle discariche abusive. Non solo. Dobbiamo valorizzare le nostre aree verdi, valorizzare il patrimonio ambientale della nostra città. Questo permetterebbe alle tante famiglie e ai bambini di viverla molto di più rispetto ad ora”.

Caratterizzare la città mettendone in risalto peculiarità e tradizioni. “Penso al settore agricolo – dice Paliotta  - ai tanti giovani imprenditori che hanno voglia di mettersi in gioco e rappresentano l’anima rurale che ha sempre contraddistinto la nostra città. Dobbiamo stimolare la realizzazione di una rete di imprese in questo settore, che possa diventare capofila nei progetti di sviluppo e innovazione per tutta la parte meridionale della nostra provincia. Bisogna lavorare sulla spesa corrente affinché le risorse siano ben impiegate e lottare contro gli sprechi per restituire ai cittadini servizi efficienti e ridurre le tasse. Dobbiamo mettere in campo una squadra che lavori per intercettare fondi e contributi a tutti i livelli, anche a livello europeo”.

Non potevano infine mancare i riferimenti all’evento più rappresentativo della cultura e del costume pontecorvese, il Carnevale. “Abbiamo in mente di costituire un gruppo operativo che si occupi esclusivamente di questo, e che rilanci il nostro Carnevale per renderlo una manifestazione ben progettata e di grande attrattiva turistica e culturale. Possiamo contare sulla presenza di maestri carristi senza eguali e progettare la costituzione di una Fondazione del Carnevale che sia volano dello sviluppo della nostra tradizione”.

Poche parole in merito alla prossima campagna elettorale. “Non è la prima che affronto e non mi spaventa. Rispetto agli altri candidati noi vogliamo puntare su un progetto costruite su basi solide con i cittadini e per i cittadini di PONTECORVO. È il percorso che ho scelto di fare. Abbiamo questo progetto e lo stiamo portando avanti con determinazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento