Attualità Pontecorvo

Pontecorvo, in sei mesi conferite 100 tonnellate di rifiuti ingombranti

I numeri del centro raccolta di via Giardino dello Sport

Il centro di raccolta ingombranti di Pontecorvo piace. Funziona bene e piace ai cittadini che finora se ne sono serviti per la semplicità e la immediatezza di fruizione. Da gennaio a metà giugno sono state depositate nel piazzale di via Giardino dello Sport oltre 100 tonnellate di rifiuti, nel dettaglio 96,1 di ingombranti e 5,2 tonnellate di Raee. Nella prima tipologia rientrano i mobili – armadi, tavoli, poltrone, sedie – ma anche lampadari, bici, reti e letti, assi da stiro, giocattoli di grandi dimensioni, mentre nella seconda sono ricompresi frigoriferi, condizionatori, lavatrici, televisori, monitor e tutto ciò che contenga sistemi elettrici o elettronici.

“Nella migliore delle ipotesi queste 100 tonnellate di ingombranti sarebbero dovute restare ancora a lungo nei garage e negli scantinati. Nella peggiore, qualcuno avrebbe potuto pensare di smaltirli illegalmente nelle campagne. Aprire il centro di raccolta comunale – dice l’assessore all’ambiente e transizione ecologica Katiuscia Mulattieri – è stata scelta provvidenziale. L’esigenza di liberarsi degli ingombranti nel rispetto delle leggi e dell’ambiente mi era stata rappresentata da tanti cittadini. La nostra voglia di far bene e subito si è spesso scontrata con la lentezza e la farraginosità di procedure burocratiche talvolta esasperanti, ma il gradimento che il servizio ha riscosso fin dalla sua attivazione è la gratificazione più appagante”.

Per depositare ingombranti, elettrodomestici, sfalci di vegetazione è sufficiente esibire un documento di identità personale e la scheda per la differenziata. Il servizio è gratuito.

“A favorirne il successo è stata anche la gratuità, perché chi conferisce non paga nulla. Il costo grava per intero sul comune. Ci siamo fatti carico degli oneri economici – aggiunge il sindaco Anselmo Rotondo – e stiamo gestendo questa voce di spesa con attenzione, contando sulla gestione diretta della Asm e abbattendo i costi con gli introiti riconosciuti dagli smaltitori ai quali consegniamo i materiali che, in gran parte, vengono riciclati”. La Multiservizi svolge un ruolo strategico nella gestione del centro. “Il presidente Di Schiavi e la dirigenza si sono fatti carico di questa nuova esigenza sottoscrivendo il contratto di servizio e organizzando l’operatività con ottimi risultati” concludono Mulattieri e Rotondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontecorvo, in sei mesi conferite 100 tonnellate di rifiuti ingombranti
FrosinoneToday è in caricamento