Pontecorvo, la città inaugura via Alessandra Lisi

Taglio del nastro per la strada intitolata alla giovane scomparsa prematuramente nel tragico incidente in metropolitana avvenuto 12 anni fa

Stamattina alla presenza del sindaco Anselmo Rotondo, delle autorità civili militari e della famiglia Lisi c'è stato il taglio del nastro alla strada di congiunzione fra via Sacro Cuore e Viale Dante Alighieri. Presente il vescovo Gerardo Antonazzo tutte le autorità ecclesiastiche locali il comandante provinciale dei Carabinieri colonnello Fabio Cagnazzo il tenente Vittorio Tommaso Delisa il maresciallo Mauro Scappaticci. La dirigente del secondo istituto Comprensivo Rita Cavallo. Presente l'ex prefetto di Frosinone Aurelio Cozzani è il già comandante della compagnia dei Carabinieri di Pontecorvo il tenente colonnello Antonio Contente. 

Il ricordo

"Oggi è un grande giorno per ricordare una donna, una ricercatrice, una pontecorvese che ha portato in alto il nome della nostra città con la sua ricerca e con la sua dedizione allo studio. Alle 9:37 di 12 anni fa, era il 17 ottobre 2006, - ha ricordato il sindaco Anselmo Rotondo - nella metro di Roma si consumò un incidente in cui morì la nostra concittadina Alessandra Lisi. In accordo con la famiglia e con l'intera amministrazione comunale abbiamo ritenuto opportuno dare un senso e dare un segno di speranza è di esempio ai tanti cittadini di Pontecorvo intitolandole questa strada, strada molto importante perché andrà a decongestionare una zona molto frequentata da Fedeli e dalle famiglie di Pontecorvo. La vita è la dedizione di Alessandra per lo studio sia da esempio". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I ringraziamenti della famiglia

"Ringrazio il sindaco Anselmo Rotondo è l'amministrazione comunale tutta per aver voluto intitolare questa strada ad Alessandra. Per noi è un orgoglio, ringrazio tutti anche da parte di Alessandra, anche se non c'è più tra noi" queste le parole del padre Antonio Lisi. Il coro del secondo istituto Comprensivo ha intonato l'inno di Mameli e poi il sindaco il padre di Alessandre è il fratello Luca hanno tagliato il nastro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento