Pontecorvo, tassa sull'irrigazione, è caos. Rotondo chiama a raccolta i sindaci

Cresce il malcontento per le bollette inviate dal Consorzio di Bonifica anche ai cittadini che risiedono in zone urbane e condomini. Convocata per domattina alle 11 la Consulta dei sindaci del Lazio meridionale

Tassa irrigua Consorzio di Bonifica: convocata la Consulta dei sindaci del Lazio Meridionale. A chiamare a raccolta i primi cittadini del cassinate e del pontecorvese è stato, in qualità di rappresentante del secondo paese del Lazio meridionale, il sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo il quale  ha convocato tutti per discutere l'annosa questione che si è venuta a creare con il Consorzio di Bonifica che sta chiedendo, anche a cittadini che risiedono in zone urbane e in condomini, il pagamento della quota per l'irrigazione 2019. 

Una tassa mai pagata

 "La Consulta dei sindaci del Lazio meridionale - ha spiegato il Sindaco Rotondo - dovrà mettere in atto tutte le azioni necessarie per tutelare l'economia delle famiglie e far pagare il giusto. Fino ad oggi stando a quanto ci risulta, questa tassa non è mai stata pagata per cui ora chiederemo spiegazioni formali e condivise con tutti i sindaci del cassinate al commissario del Consorzio di Bonifica Valle del Liri. Pronti a qualsiasi iniziativa. Per questo invito tutti i sindaci o i delegati a partecipare alla riunione che ci sarà giovedì mattina alle 11 nella sala consiliare del comune di Pontecorvo".

L'intervento di Gianluca Quadrini

“Le richieste di pagamento da parte del Consorzio di bonifica Valle del Liri recapitate ai cittadini che risiedono anche in zone urbane stanno facendo nascere forti polemiche. Si tratta ancora una volta di una ingiusta vessazione verso gli abitanti del territorio. E questo è inaccettabile. È necessario fare chiarezza sulla situazione, ma non manchiamo naturalmente di palesare contrarietà e disappunto perché non crediamo sia giusto che a pagare questo tipo di tassa siano anche i cittadini che non usufruiscono dei servizi dell’ente cassinate, che vanno esclusi dalla platea dei contribuentiQualora si tratti di un balzello illegittimo va quanto prima cancellato”. Sono le parole del presidente della XV Comunità Montana Valle del Liri nonché consigliere provinciale Gianluca Quadrini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo Aquino, Pontecorvo, Esperia anche nei paesi della Valle di Comino sono arrivate le bollette del Consorzio di bonifica Valle del Liri con la richiesta di pagamento della tassa di irrigazione, un tributo dovuto per legge dai proprietari di terreni e fabbicati che si trovano nel territorio gestito dal consorzio. Ma le bollette recapitate sono rivolte anche alla maggior parte dei cittadini che abitano in case e appartamenti, da sempre esclusi dal pagamento della suddetta quota. Inoltre, le bollette stanno arrivando già scadute. Oltre al danno la beffa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento