rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Attualità

Prezzi dei carburanti alle stelle, nel capoluogo resistono le pompe con il gasolio sotto ai due euro

In arrivo una nuova stangata con l’avvicinarsi delle vacanze. Più venti euro di media per un pieno rispetto a 12 mesi prima

Non si ferma la corsa al rialzo dei prezzi dei carburanti ai distributori.  La brutta notizia, l'ennesima ormai sul caro-carburante, arriva dalle rilevazioni del ministero della Transizione ecologica effettuate nella settimana tra il 20 e il 26 giugno. Rispetto alla settimana precedente, sempre secondo i dati del Mite, aumenta anche il gasolio che si attesta a 2,033 euro al litro (+2,7 centesimi pari ad un rialzo dell'1,39%). Benzina e diesel continuano quindi a veleggiare verso il prezzo di 2,1 euro al litro, al netto dello sconto di 30,5 centesimi prorogato dal Governo fino al 2 agosto. Inoltre, con l’arrivo delle vacanze sono previsti altri aumenti che andranno ad incidere su oltre 20 euro (in media) per un pieno di caraburante rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

La situazione dei prezzi a Frosinone

La situazione nel capoluogo e nei dintorni è leggermente migliore. Qui ci sono distributori dove è possibile trovare il gasolio ancora sotto ai due euro seppur di solo qualche centesimo. Come nel caso della pompa bianca (senza marca) presente su via Maria in direzione di Castelmassimo, o dell'altra pompa bianca sulla SP 155 per Fiuggi con il gasolio ad 1,98 e la verde a 2,069 euro al litro. Stessa cosa su via Tiburtina alla pompa presente nel bivio di via lago di Como. Spostandosi verso il centro urbano si trova un'altra pompa su via Aldo Moro sempre con il gasolio sotto ai due euro. Ovviamente questi sono i prezzi con le quotazioni attuali.

"Lo sconto di 30 centesimi è inutile"

Uno sconto giudicato "inutile" dal segretario generale di FederAgenti – come riporta today.it - l'associazione degli agenti di commercio sul territorio nazionale, Luca Gaburro: ''La misura deve essere accompagnata da una seria e rigorosa politica di controllo dei prezzi alla pompa di benzina. Che in 5 mesi si sia controllato solo il 6% dei distributori, metà dei quali è risultato non a norma, da la misura di quanto ancora si possa e si debba fare. Federagenti - prosegue il segretario generale - rappresenta gli agenti di commercio, lavoratori che in media percorrono 50.000 km l'anno". "Proprio a tutela della categoria, è necessario mettere in atto maggiori controlli del prezzo nelle stesse strutture di rifornimento e - conclude Gaburro - come già richiesto più volte alle istituzioni competenti, l'associazione sollecita l'attuazione di misure ad hoc per la categoria di agenti di commercio sul territorio nazionale, colpita duramente da rincari esorbitanti e assolutamente non giustificati''.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prezzi dei carburanti alle stelle, nel capoluogo resistono le pompe con il gasolio sotto ai due euro

FrosinoneToday è in caricamento