Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

Bollette stratosferiche addio

Eliminata, per sempre, la possibilità che possano essere emesse fatture esorbitanti a carico degli utenti in caso di perdita d'acqua occulta

"Mai più bollette stratosferiche a carico degli utenti, in caso di perdite occulte nell’impianto domestico e non". La notizia arriva dagli uffici di Piazza Gramsci. "Si tratta di un ulteriore provvedimento che l’attuale governo d’ambito ha voluto predisporre, attraverso la Segreteria Tecnico Operativa dell’Ato 5, e in collaborazione con l’Otuc, proprio per meglio tutelare i cittadini".

Cambio di rotta

Il regolamento, discusso ieri dalla Consulta d'Ambito e che dovrà essere recepito dalla Conferenza dei sindaci, prevede che venga "eliminata, per sempre, la possibilità che possano essere emesse fatture esorbitanti a carico degli utenti. Prima di questo regolamento, infatti, si applicavano le tariffe vigenti al complesso dei volumi fatturati, con le varie fasce dei consumi. Ora - annunciano dall'amministrazione provinciale - cambia tutto: per le utenze domestiche residenti, a tutti i volumi di consumo che vanno oltre i consumi storici, verrà applicata la tariffa agevolata. Per tutte le altre tipologie di utenza, la tariffa base".

Le voci fuori dalle bollette

Nelle fatturazioni non sarà più presente il contributo della fognatura e della depurazione per la quantità di acqua che eccede i consumi storici. Nel caso in cui per l'utenza interessata non sia possibile fare riferimento al consumo storico, si prenderanno a riferimento i consumi medi per la specifica tipologia.

Agevolazioni per le fasce disagiate

"Una rivoluzione dunque rispetto al passato, frutto della collaborazione della condivisione con le associazioni di tutela dei cittadini, in particolare con l’Otuc. E non finisce qui, - continuano - la Segreteria Tecnico Operativa, sempre su impulso del presidente del governo d’ambito, sta predisponendo tutta una serie di agevolazioni per le fasce disagiate, per gli albergatori e per gli allevatori, da portare all’attenzione della Conferenza dei sindaci in sede di revisione della tariffa idrica che dovrà essere approvata nel prossimo periodo".

Lavoro sinergico

“Continuiamo sulla strada della responsabilità, della condivisione e della collaborazione con le associazioni - ha spiegato il Presidente Antonio Pompeo - la via maestra per assicurare l’unico obiettivo che ci interessa: un servizio che funzioni, un servizio che abbia costi equi. Un ringraziamento all’Otuc per l’ottimo lavoro che sta svolgendo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollette stratosferiche addio

FrosinoneToday è in caricamento