rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
I dati

Reddito medio in Ciociaria: ecco i Comuni più ricchi e più poveri

Frosinone ha un reddito più alto rispetto alla media nazionale. Nel Lazio 'più ricche' solamente Roma e Rieti

Lontani, lontanissimi, in termini di reddito da Lajatico, comune dove vivono i più ricchi d'Italia, i ciociari nel 2021 hanno comunque visto le loro entrate superare quelle della media degli italiani. Il reddito imponibile di chi vive nel comune di Frosinone, si attesta infatti sui 21mila 141 euro all'anno, quasi 500 in più rispetto ai 20mila 745 della media italiana. Anche se per arrivare alle cifre guadagnate a Lajatico di strada da percorrere ce n'è molta. Nel comune del Pisano, infatti, la media sale a ben 52.378 euro di reddito pro capite.

Sono questi i dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze Mef sui redditi del 2021 e pubblicati da Sole 24 Ore. In generale mostrano come in Italia il reddito imponibile pro capite (al netto delle eventuali detrazioni) risulti in forte ripresa (+949 €) rispetto a quello del 2020 (19.796 €), anno pesantemente condizionato dalla pandemia. I dati sono stati analizzati dalla società di data intelligence bergamasca Intwig  che  ha preso in considerazione i dati dal 2008 al 2021.

Frosinone e i comuni della provincia

Anche nel comune di Frosinone il balzo post pandemia delle entrate dei cittadini si è fatto sentire. Rispetto al 2020 infatti l'aumento è stato di 809 euro.

Il capoluogo ciociaro è anche quello più ricco della provincia. Al secondo posto Fontana Liri con 20.171 euro, con addirittura +1.624 euro in più rispetto allo scorso anno. Al terzo Cassino con 19.231 euro (681 euro in più rispetto al 2020). Il comune con il reddito più basso è Terelle con 9.754 euro.

Il reddito medio di tutti i Comuni ciociari

Frosinone (21.141 euro)

Fontana Liri (20.171 euro)

Cassino (19.231 euro)

Arce (18.862 euro)

Isola del Liri (18.836 euro)

Anagni (18.548 euro)

Patrica (18.512 euro)

Castrocielo (18.416 euro)

Arpino (18.379 euro)

Ceprano (18.247 euro)

Ferentino (18.202 euro)

Posta Fibreno (18.122 euro)

Roccasecca (18.081 euro)

Ceccano (18.009 euro)

Falvaterra (17.970 euro)

Piglio (17.951 euro)

Paliano (17.875 euro)

Colfelice (17.851 euro)

Guarcino (17.723 euro)

Alatri (17.717 euro)

Cervaro (17.659 euro)

Morolo (17.606 euro)

Castro dei Volsci (17.569 euro)

Piedimonte San Germano (17.541 euro)

San Giovanni Incarico (17.553 euro)

Aquino (17.451 euro)

Sora (17.357 euro)

Serrone (17.342 euro)

Rocca d’Arce (17.333 euro)

San Vittore del Lazio (17.332 euro)

Pastena (17.325 euro)

Pontecorvo (17.284 euro)

Fiuggi (17.256 euro)

Giuliano di Roma (17.172 euro)

Pico (17.149 euro)

Sant’Apollinare (16.786 euro)

Villa Santa Lucia (16.771 euro)

Supino (16.726 euro)

Trivigliano (16.669 euro)

Trevi nel Lazio (16.668 euro)

Castelliri (16.600 euro)

Sant’Elia Fiumerapido (16.451 euro)

Sant’Ambrogio sul Garigliano (16.429 euro)

Vico nel Lazio (16.401 euro)

Torrice (16.400 euro)

San Giorgio a Liri (16.366 euro)

Vallecorsa (16.364 euro)

Broccostella (16.279 euro)

Acuto (16.235 euro)

Collepardo (16.188 euro)

Monte San Giovanni Campano (16.155 euro)

Campoli Appennino (16.125 euro)

Veroli (16.033 euro)

Coreno Ausonio (16.026 euro)

Ripi (16.015 euro)

Esperia (15.928 euro)

Arnara (15.866 euro)

Gallinaro (15.853 euro)

Alvito (15.792 euro)

Sgurgola (15.729 euro)

Vicalvi (15.668 euro)

Filettino (15.667 euro)

San Donato Valcomino (15.485 euro)

Fontechiari (15.441 euro)

Pofi (15.376 euro)

Villa Santo Stefano (15.205 euro)

Torre Cajetani (15.186 euro)

Santopadre (15.170 euro)

Castelnuovo Parano (15.153 euro)

Pignataro Interamna (15.140 euro)

Ausonia (15.137 euro)

Amaseno (15.083 euro)

Atina (15.077 euro)

Fumone (14.978 euro)

Sant’Andrea del Garigliano (14.702 euro)

Boville Ernica (14.669 euro)

Vallemaio (14.668 euro)

Pescosolido (14.574 euro)

Strangolagalli (14.381 euro)

Casalvieri (13.975 euro)

Belmonte Castello (13.754 euro)

Vallerotonda (13.635 euro)

Colle San Magno (13.346 euro)

Acquafondata (13.291 euro)

Villa Latina (13.175 euro)

Viticuso (12.985 euro)

Picinisco (12.890 euro)

Settefrati (12.749 euro)

San Biagio Saracinisco (10.853 euro)

Casalattico (10.402 euro)

Terelle (9.754 euro)

La distribuzione del reddito in Italia

Dallo studio emerge chiaramente come la ricchezza concentrata nelle mani di pochi. Stando ai dati elaborati da Intwig, nel 2020 solo il 5% ha guadagnato più di 55mila euro annui, mentre il 43% degli italiani ne ha intascati meno di 15mila euro, con una diminuzione dell’1% rispetto al 2020. Gli aretini, invece, rientrano in una fascia intermedia rappresentata da quel 29 per cento di italiani (oltre 12 milioni di persone in valori assoluti) che guadagnano tra i 15 e i 26 mila euro.

I capoluoghi del Lazio

Frosinone ha un reddito medio annuo di 21.141 euro. Nel Lazio ‘più ricchi’ del capoluogo ciociaro sono Roma (25.990 euro) e Rieti (21.362 euro). Un reddito inferiore invece per Viterbo (20.519 euro) e Latina (20.362 euro).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito medio in Ciociaria: ecco i Comuni più ricchi e più poveri

FrosinoneToday è in caricamento