Domenica, 25 Luglio 2021
Attualità

Nuovi treni in arrivo sui binari. Firmato un contratto da 1,3 miliardi per rivoluzionare il trasporto laziale

Siglato ieri l'accordo tra Regione e Trenitalia. Le novità interesseranno anche la tratta Cassino-Frosinone-Roma, già dall’inizio del prossimo anno sarà garantita una maggiore offerta nelle ore di punta

Rivoluzione per il trasporto ferroviario della Regione Lazio e che riguarderà anche la tratta Cassino-Frosinone-Roma. Una rivoluzione che vede un investimento di ben 1,382 miliardi di euro. Il contratto di servizio, di durata quindicinnale, fino al 2032, per la fornitura di nuovi treni per i pendolari è stato firmato ieri dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e dall’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Trenitalia, Orazio Iacono. Presenti il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli, l'AD e DG di FS Italiane Renato Mazzoncini e Tiziano Onesti Presidente di Trenitalia.

Ringiovanimento della flotta

Il Piano degli investimenti a carico di Trenitalia, per complessivi 1,233 miliardi circa di euro, unitamente alle risorse regionali pari a 149,1 milioni di euro, comprensivi di 76,6 milioni di euro del Contratto precedente, consentirà il ringiovanimento totale della flotta che passerà già nel 2023 ad un’età di 6 anni rispetto ai 14 anni attuali, con manutenzione in impianti moderni ed efficienti. Previsti interventi di manutenzione ciclica e di “revamping” e investimenti in impianti con lo sviluppo di un nuovo polo di manutenzione, l’adeguamento infrastrutturale per l’immissione in esercizio di nuovo materiale rotabile, oltre a interventi straordinari per l’efficientamento dell’armamento negli impianti per complessivi 106 mln di euro e 10 mln in tecnologia e informatica.

Più puntualità e regolarità

L’arrivo dei nuovi treni consentirà standard di qualità in progressivo miglioramento sui principali indicatori di performance come puntualità, regolarità, composizione e garantirà alla clientela le più innovative tecnologie di bordo, quali people counter, videosorveglianza live e wi-fi. Inoltre, con il nuovo Contratto sarà migliorato il monitoraggio del servizio, la pulizia a bordo dei treni secondo un piano di intervento in 4 fasi a garanzia di maggior comfort e sicurezza dei passeggeri.

Il dettaglio degli investimenti

907 milioni in nuovi treni, con co-finanziamento della Regione Lazio per 149,1 milioni di euro; 65 nuovi treni Rock, con maggiore capienza (700 posti a sedere per i treni a 6 casse e 500 posti in piedi), 18 porta bici per i viaggi intermodali bici/treno, 50 telecamere di videosorveglianza, diminuzione del 30% dei consumi energetici. I 65 nuovi treni Rock saranno divisi in 12 convogli a 5 casse e 53 a 6 casse che saranno utilizzati sulle linee metropolitane; 4 treni regionali veloci (200 km/h). 3 treni diesel bimodali; 110 milioni per il "revamping" dei treni già in esercizio; 106 milioni in impianti; 249 in manutenzione ciclica; 10 milioni in informatica e tecnologia.

Più treni nell'ora di punta già dal 2019

Il nuovo contratto prevede ulteriori misure per l’incremento del servizio (inteso come treni/chilometri) nell’arco di validità del piano del 2,9 e l’ampliamento della rete di vendita del Lazio. Già dal 2019, in attesa della consegna dei nuovi treni, sarà garantita una maggiore offerta negli orari di punta e su alcune delle linee più frequentate, ad esempio quelle da Frosinone, Cassino, Colleferro e per Fiumicino, di 9.418 posti seduti, nei giorni feriali.

Mauro Buschini: "In arrivo nuovi treni e tariffe bloccate fino al 2022"

“Oggi si sono poste le basi per il definitivo salto di qualità per il trasporto su ferro: con il nuovo contratto di Servizio tra Trenitalia e la Regione Lazio, che prevede investimenti per 1,382 miliardi di euro, saranno 72 i nuovi treni che arriveranno per le tratte regionali. Parte dei fondi saranno utilizzati, inoltre, per ammodernare i treni già in servizio e per innalzare il livello tecnologico dei mezzi. Già dall’inizio del prossimo anno sulle tratte più frequentate, in particolare sulla Cassino – Frosinone – Roma, sarà garantita una maggiore offerta nelle ore di punta. Mi preme sottolineare - conclude il capogruppo del Pd Lazio - che questo passo decisivo per migliorare il servizio ai pendolari si farà senza mettere le mani nelle tasche dei cittadini: come amministrazione Zingaretti abbiamo deciso di mantenere le tariffe bloccate fino al 2022 con un’attenzione particolare verso la clientela più giovane e per le fasce più deboli con particolari sconti sugli abbonamenti”.

Maggiori informazioni al link romatoday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi treni in arrivo sui binari. Firmato un contratto da 1,3 miliardi per rivoluzionare il trasporto laziale

FrosinoneToday è in caricamento