Riapertura mattutina della Biblioteca: la Rete degli Studenti Medi di Frosinone esulta a metà

Da questa settimana la Biblioteca comunale “Turriziani”, da mesi sotto organico e aperta solo di pomeriggio, è tornata a garantire l’orario 9-13. Per i giovani sindacalisti, però, vanno migliorate le condizioni lavorative delle operatrici

La Biblioteca "Norberto Turriziani" di Frosinone

Da ieri, 13 dicembre, la Biblioteca “Norberto Turriziani” ha riaperto i battenti anche di mattina, dalle 9 alle 13, oltre che di pomeriggio (15-19). Dallo scorso autunno, infatti, il Comune di Frosinone era stato costretto a ridurre del 75% l’orario lavorativo degli addetti ai servizi culturali e alla manutenzione, comportando altresì un funzionamento deficitario di Museo Civico, Campo Coni e Ufficio “Prenotazione eventi” della Villa Comunale. A quanto pare, per via di mancati trasferimenti da parte dello Stato e della Regione Lazio a discapito delle cooperative incaricate. La provinciale Rete degli Studenti Medi, però, ci tiene a mettere i puntini sulle “i”.

A proposito dei tagli

“Alla luce dei tagli alla cultura da parte dell'amministrazione comunale - comunica il sindacato studentesco - abbiamo reagito raccogliendo più di 1500 firme per la nostra petizione, attivando un'aula studio completamente gratuita ed autogestita da noi studenti, per riprenderci gli spazi che ci erano stati negati e partecipando ai diversi eventi di attività politica e culturale organizzati dal Grid”.

Sulla biblioteca

“La biblioteca - va dritta al sodo la Rete - è stata riaperta di mattina ed abbiamo quindi riottenuto il servizio richiesto, ma questa battaglia non può considerarsi vinta. I turni lavorativi non sono stati ripristinati totalmente - si lamenta a ruota - e non garantiscono quindi un salario dignitoso”. A tal proposito una nuova gara di appalto, anche per gli altri servizi alla persona, era stata richiesta sin dallo scorso mese di ottobre da Cisl-Funzione Pubblica e Usb-Pubblico Impiego di Frosinone.

A favore delle operatrici

“Come sindacato – concludono gli Studenti Medi di Frosinone - saremo sempre al fianco dei lavoratori e chiediamo che questa situazione venga trattata con più risolutezza al fine di garantire delle migliori condizioni di lavoro, le spese inique dell'amministrazione non devono essere pagate sulla pelle delle lavoratrici”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colleferro, al via le assunzioni a Leroy Merlin. Ecco come fare a candidarsi

  • Cassino, 'piove' un chilo di droga dal controsoffitto del centro commerciale

  • Scopre il marito con l'amante e con l'auto sfonda parte di un'attività commerciale

  • Si innamora di una donna, lei lo incastra con delle foto intime e si fa dare quasi 20 mila euro

  • E' morto Tonino Cianfarani, l'assassino di Samanta Fava

  • Ceccano, proprietaria e dipendente di un noto centro medico ancora sotto il torchio dell’Arma

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento