Roccasecca, residenti ostaggi degli odori nauseabondi, incalza Ciacciarelli

"La mattina quando portano i loro figli a scuola, molti genitori sono costretti a tappargli la bocca per non fargli respirare un’aria tutt’altro che salubre"

“I cittadini dei paesi della media Valle del Liri, che abitano nei pressi dell’impianto Saf di Colfelice e della mega discarica di Cerreto di Roccasecca, continuano a sentire odori acri e nauseabondi nell’aria". Un problema su cui torna a puntare l'attenzione Pasquale Ciacciarelli

Situazione inaccettabile

"La mattina quando portano i loro figli a scuola, - afferma il consigliere regionale di Forza Italia - molti genitori sono costretti a tappargli la bocca per non fargli respirare un’aria tutt’altro che salubre. La situazione di disagio dura già da diversi anni ed è diventata intollerabile. Queste persone non vanno lasciate sole. Per questo torno a ribadire che la provincia di Frosinone non può essere la pattumiera della Capitale, urge un riequilibrio territoriale, in termini di gestione dei rifiuti, che non veda più le province ed, in particolare, la provincia di Frosinone ulteriormente penalizzate: questo territorio presenta numerose e gravi criticità ambientali, dall’inquinamento della Valle del Sacco al Nord, al caso Nocione nel territorio di Cassino: è il momento di dure basta ad ulteriori rifiuti nella Provincia di Frosinone e, quindi, di mettere fine ad un’errata gestione dei rifiuti nella Capitale.

Dobbiamo unirci per ribadire il nostro fermo NO all’ampliamento della discarica di Cerreto, nel comune di Roccasecca. I cittadini della provincia non sono di serie B rispetto a quelli romani. Di ciò dovrà necessariamente tenerne conto il piano regionale rifiuti, l’ho ribadito anche nel corso del consiglio straordinario sulla gestione dei rifiuti del Lazio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento