Roccasecca, al via i lavori di realizzazione del nuovo depuratore

L'impianto verrà costruito in località Panniglia in un’area appositamente individuata dal Comune

Martedì 21 maggio il Presidente di Acea Ato 5 Stefano Magini e il Sindaco di Roccasecca Giuseppe Sacco hanno dato il via ai lavori di realizzazione, entro settembre 2020, del nuovo depuratore che sarà a servizio della zona di Roccasecca Scalo. L’intervento si inserisce nel programma di risanamento del sistema di collettamento e depurazione del Comune di Roccasecca e punta alla realizzazione di un impianto efficiente di depurazione dei reflui urbani, capace di far fronte all’incremento demografico registrato dal Comune, nel pieno rispetto delle nuove normative sulla tutela delle acque.

Cosa prevede il progetto

Il progetto – dal costo complessivo di circa 2,5 milioni di euro - prevede inoltre il completamento della rete fognaria afferente al nuovo depuratore, mediante la realizzazione di una nuova condotta di adduzione a gravità della lunghezza di circa 1500 metri a partire dalla stazione ferroviaria. Una risposta concreta che punta a sanare il deficit depurativo che finora si registrava nella zona, grazie proprio alla costruzione e messa in opera del nuovo impianto che dovrà garantire una capacità di trattamento massima di 7.000 abitanti equivalenti. Per questo, sarà abbandonato il vecchio progetto dell’esistente impianto di depurazione realizzato in passato e mai completato, posto sulla destra idrografica del fiume Melfa. Il nuovo depuratore sarà realizzato, entro l’autunno del prossimo anno, in località Panniglia, un’area proposta e approvata dall’Amministrazione Comunale, compresa tra l’Autostrada A1 Milano-Napoli, la strada provinciale Melfa e un’ansa del Fiume omonimo.

La soddisfazione del sindaco

Il sindaco Giuseppe Sacco ha dichiarato: “Si tratta di un’opera importante per la città non solo per il servizio che verrà garantito all’utenza, ma soprattutto sotto il profilo ambientale. Il depuratore dello scalo è stato il tema più dibattuto di tutte le campagne elettorali che si sono succedute da trent’anni a questa parte. Ora finalmente il progetto ha preso forma e per questo è doveroso rivolgere un particolare ringraziamento ad Acea e al Presidente Magini con il quale abbiamo posato la prima pietra, perché sarà proprio il gestore a garantire l’integrale realizzazione dell’opera”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il presidente Magini ha dichiarato: “La posa della prima pietra del nuovo depuratore di Roccasecca è l’ennesima testimonianza della forte attenzione che il Gestore e l’Amministrazione comunale hanno verso la tutela dell’ambiente. Con il Sindaco Sacco abbiamo anche valutato l’opportunità di istituire un tavolo di “collaborazione” che, oltre a monitorare il rispetto di tempi di realizzazione, studierà tutte le possibili azioni e iniziative utili alla massima valorizzazione dell’investimento”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento