Venerdì, 23 Luglio 2021
Attualità

Scuola, sui banchi arrivano le tecniche salva-vita

L’obiettivo è dare le informazioni base sul primo soccorso, anche per agevolare nelle nuove generazioni l’acquisizione di un senso di sicurezza e di consapevolezza

Un progetto per portare nelle scuola italiane le tecniche di primo soccorso. A presentarlo questa mattina nella Sala della Comunicazione del Miur è stata Valeria Fedeli, ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Era prevista anche la partecipazione della ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, ma non ha potuto essere presente e ha inviato un messaggio, definendo l’iniziativa “di grande civiltà”.

La sperimentazione partirà dal 2018 in “tantissime scuole”, ha spiegato Fedeli, e l’obiettivo è dare le informazioni base sul primo soccorso, anche per agevolare nelle nuove generazioni l’acquisizione di un senso di sicurezza e di consapevolezza. Le principali nozioni che verranno fornite agli studenti andranno dall’utilizzo di un defibrillatore alle operazioni “salva-vita” prettamente manuali, come il massaggio cardiaco e le manovre per la disostruzione delle vie aeree, a livello teorico e pratico, secondo il percorso formativo realizzato dai ministeri dell’Istruzione e della Salute in collaborazione con il 118, come ha spiegato il presidente della società di gestione del 118, Mario Balzanelli.

L’avvio della fase sperimentale del progetto, che attua il comma 10 della legge sulla “Buona scuola”, è previsto nel prossimo febbraio; poi dall’anno scolastico 2018-2019 sarà esteso a tutte le scuole, ha annunciato Fedeli, sottolineando come “anche questi strumenti” siano utili e necessari per “una cittadinanza attiva e consapevole”.

Fonte: Today
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, sui banchi arrivano le tecniche salva-vita

FrosinoneToday è in caricamento