Serrone, con il Borgo Sicuro per fare esperienze diverse e per conoscere l’enogastronomia locale

Questo il motto deciso per lanciare questa bella iniziativa per spingere i turisti a visitare il bel borgo nel nord della Ciociaria

Passeggiate nel borgo, in montagna e in campagna per scoprire le belle fonti d’acqua ed avere uno sconto del 15% nei ristoranti convenzionati, al fine di poter degustare il piatto De.c.o. “Le patacche” (pasta fresca con sugo e basilico di montagna) e un buon bicchiere di vino Cesanese del Piglio Docg per il progetto: “ Serrone Borgo Sicuro

Non è solo uno slogan…Serrone Borgo Sicuro – dichiara il sindaco Giancarlo Proietto - è un progetto serio e concreto che si pone come obiettivo quello di proporre, soprattutto a chi ama fare una gita fuori porta, di trascorre almeno una giornata a Serrone e fare una esperienza a 360 gradi. L’offerta turistica che io offre è ampia e articolata e spazia dai percorsi naturalistici, da fare camminando facendo trekking o in sella ad una bicicletta a quelli enogastronomici; dai percorsi culturali, alla scoperta del centro storico, allo sport in natura con lezioni di varie discipline e trattamenti, dalle passeggiate nel borgo per vivere esperienze diverse ,  in vigna alle visite e degustazioni in cantina e per concludere con un volo in parapendio”.

Per chi ama invece trascorrere un periodo più lungo in un "Borgo sicuro", Serrone offre la possibilità di vivere il territorio anche lavorando in smart working, con i familiari che godranno dei servizi e delle bellezze del luogo. 

In tutti i percorsi sarà presente il responsabile dell'attività scelta. "Considero sia doveroso - continua il Sindaco - ringraziare tutti i professionisti che accompagneranno i turisti a conoscere Serrone e le sue peculiarità. Infine, un ringraziamento alla Pro Loco che, avendo avviato con la nostra amministrazione una sinergia di intenti rispetto al tema di sviluppo del territorio e del turismo, avrà il ruolo fondamentale di accogliere le persone, ma anche di organizzare, promuovere ed acquisire le richieste".

Ad unirsi ai ringraziamenti del Sindaco è l’Assessore alla Pianificazione e Sviluppo Enilde Tucci - che aggiunge “un ringraziamento a Giulia Atturo una giovane esperta di comunicazione che ha tradotto graficamente il progetto Serrone Borgo Sicuro. Studiando l'evoluzione del turismo che è sempre più orientato ad un turismo di prossimità e grazie alla sinergia che si è creata con i soggetti attivi nel comparto turistico serronese è stato possibile declinare un’ampia offerta turistica. È una opportunità concreta per lo sviluppo del nostro territorio, potete scegliere le attività da fare durante la giornata prenotando ai numeri disponibili o alla Pro Loco ed al contempo individuare uno degli eccellenti ristoranti del nostro territorio che ha aderito all’iniziativa per pranzare o cenare usufruendo di uno sconto del 15%”.

Questo progetto nasce con l'intento di creare un sistema di ricezione turistica – dichiara il consigliere delegato Andrea Lucidi - Grazie alla collaborazione di tutte le associazioni territoriali, ai ristoratori e ai produttori vitivinicoli Serrone propone un'offerta qualitativa per accogliere e trattenere il più possibile visitatori ed appassionati. Come Amministrazione crediamo fortemente nelle potenzialità che il territorio di Serrone offre e abbiamo messo in campo tutti gli strumenti necessari per far si che Serrone diventi un luogo sicuro alla portata di tutti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un’offerta turistica non solo culturale con i tre musei: del teatro italiano, Casa di una volta e il museo del Cardinale Castrillon, tutti nel breve volgere di qualche metro. La vetusta chiesa di San Pietro Apostolo, con importanti affreschi da gustare. La bella scalinata da affrontare e ammirare un borgo con un panorama mozzafiato e soprattutto degustare “le Patacche” sono un piacevole motivo per conoscere Serrone, un paese degli anni 1000 ed apprezzarne le peculiarità architettoniche, culturali e gustare quelle enogastronomiche per chiudere con la Ciammella Serrone, ne dolce ne salata, buona con tutto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento