Venerdì, 18 Giugno 2021
Attualità

Serrone, ecco i defibrillatori pubblici. Il paese diventa "cardio protetto"

Inaugurato il sistema comunale alla presenza di esperti dottori e delle autorità locali

Serrone diventa “Città Cardio Protetta”. Venerdì 1 giugno, alle 17.30 presso la delegazione comunale in via Prenestina, il sindaco Natale Nucheli, insieme al coordinatore del progetto Bruno De Simone, ai cardiologi Fabrizio Cristofari, Massimo Rocchi e Lucia Prati e al responsabile del Distretto A di Alatri Anagni, Pierangela Tanzi,  hanno presentato ufficialmente l’importante progetto che consentirà di installare altri  defibrillatori in punti chiave del paese (oltre a quelli già presenti nelle scuole e campo sportivo). 

Utili a prestare soccorso immediato

Fondamentale, in caso di arresto cardiaco, porre in essere rapidamente manovre salvavita, mentre si provvede ad allertare immediatamente i soccorsi di emergenza e prestare soccorso con due semplici interventi. Anche se, ovviamente, sarebbe preferibile che il soccorso venga prestato da persone formate, appare molto importante avere uno strumento facile da usare, con funzioni che guidano il soccorritore in tutte le operazioni necessarie in attesa dei soccorsi di emergenza.

Un modello per le realtà locali

E’ per questo che l’Amministrazione comunale di Serrone ha creduto che, nell’ambito delle attività di tutela della salute dei cittadini, fosse opportuno adottare un sistema coordinato e funzionale di primo soccorso, facendo di Serrone una Citta Cardio Protetta. Il progetto, una volta realizzato, potrà essere utilizzato non solo sul territorio di Serrone ma anche messo a disposizione dei territori limitrofi, delle forze di polizia, dei soccorsi di emergenza. Serrone Citta Cardio Protetta potrà costituire un modello per realtà locali. Per questo motivo l’amministrazione comunale condividerà, attraverso la rete, tutte le esperienze maturate, il modello organizzativo prescelto, i risultati ottenuti. Un progetto che, per raggiungere pienamente il suo scopo, dovrà essere condiviso sia dai cittadini di Serrone che dalle realtà che a vario titolo operano nel territorio, dagli operatori alle strutture sanitarie, alle associazioni e naturalmente ai cittadini.

Anche su google maps la rilevazione

“Nell’incontro di venerdì - spiega il sindaco Natale Nucheli –sono state gettate le basi per un protocollo sulle modalità di intervento. Incontri come questo sono importanti non solo per raccogliere pareri e suggerimenti ma anche per avviare un confronto con i cittadini per rendere automatica la ricerca del dispositivo, nell’ipotesi di necessità ed in attesa dei soccorsi di emergenza. Una volta collocati tutti i dispositivi verrà informato il paese sulla collocazione di ciascuno di loro, per trovare sempre quello più vicino e capire cosa farne e in che modo. Anche sulle indicazioni stradali di Serrone, ricavabili da Google maps, saranno inserite tutte le informazioni relativi ai punti di intervento”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serrone, ecco i defibrillatori pubblici. Il paese diventa "cardio protetto"

FrosinoneToday è in caricamento